PSR 2014-2022, Operazione 1.1.1 Finanziamento a fondo perduto per la formazione in ambito agricolo.

 

Il presente bando sostiene attività di formazione, informazione e scambio di esperienze per migliorare il potenziale umano impegnato nei settori agricolo, alimentare e forestale, dei gestori del territorio e delle PMI che operano nelle zone rurali. La misura, per il suo carattere orizzontale, contribuisce inoltre agli obiettivi trasversali dell’innovazione, dell’ambiente e della mitigazione e dell’adattamento ai cambiamenti climatici con un apporto di tipo conoscitivo, aumentando la conoscenza e la consapevolezza dei fruitori delle diverse azioni. In particolare essa contribuisce a:

 

– Innovazione, grazie all’inserimento nel sistema produttivo di capitale umano qualificato, alla diffusione di servizi ad alta intensità di conoscenza, al sostegno e valorizzazione economica dei risultati della ricerca e al rafforzamento dei sistemi innovativi regionali;

– Ambiente, attraverso i temi della sostenibilità ambientale dei processi produttivi (tecniche di produzione a basso impatto, riduzione dell’uso di nutrienti e prodotti fitosanitari, conservazione della risorsa suolo) e dell’uso e sviluppo delle risorse genetiche;

– Cambiamento climatico, mediante, fra l’altro, l’adattamento dei processi produttivi ai cambiamenti climatici, la prevenzione dei rischi naturali e del dissesto idrogeologico, la riduzione delle emissioni di gas serra e di ammoniaca, l’aumento del sequestro di carbonio e il miglioramento dell’efficienza dell’uso dell’acqua e del rendimento energetico.

Soggetti beneficiari

Sono ammessi a partecipare al Bando i prestatori di servizi di formazione che al momento della presentazione della domanda di sostegno siano accreditati per la formazione professionale ai sensi delle normative nazionali e delle disposizioni regionali vigenti in materia di accreditamento delle sedi formative, a dimostrazione del possesso di struttura organizzativa, capacità e competenze adeguate al servizio richiesto.In particolare, le sedi formative devono essere accreditate per le attività relative alla macrotipologia C) formazione continua; se prevista una metodologia di formazione a distanza, le sedi devono essere accreditate anche per la tipologia t.FaD.

 

Sono ammessi a partecipare al Bando anche i prestatori di servizi di formazione accreditati che al momento della presentazione della domanda di sostegno siano costituiti in Associazioni Temporanee di Imprese (ATI) o in Associazioni Temporanee di Scopo (ATS), costituite per l’organizzazione e la gestione delle iniziative formative. Per ATI e ATS tutti i componenti che erogano formazione devono essere in possesso di accreditamento conforme alla tipologia di corsi rispettivamente realizzati.

 

Ogni prestatore di servizi di formazione pubblico o privato può presentare una sola domanda di sostegno, singolarmente o come componente di ATI o ATS.

Tipologia di interventi ammissibili

I destinatari della formazione sono le persone e gli addetti occupati del settore agricolo ed agroalimentare (compresi i tecnici non dipendenti della pubblica amministrazione), le PMI operanti in zone rurali ed altri gestori del territorio.

 

Gli interventi di formazione proposti, articolati in unità formative (corsi), devono essere funzionali ai seguenti fabbisogni formativi:

 

  • Fabbisogno 04 – Migliorare la competitività sostenibile delle imprese agricole, agroalimentari e forestali
  • Fabbisogno 05 – Accompagnare e orientare la propensione alla diversificazione di aziende agricole, agroalimentari e imprese rurali
  • Fabbisogno 08 – Migliorare il posizionamento e la penetrazione dei prodotti agroalimentari piemontesi sul mercato interno
  • Fabbisogno 13 – Sostenere il risparmio idrico nell’esercizio delle attività agricole
  • Fabbisogno 16 Valorizzare le biomasse di origine agricola e forestale per la produzione di energia rinnovabile
  • Fabbisogno 19 Creare opportunità di sviluppo nelle aree rurali
  • Fabbisogno 20 Favorire l’accesso al credito da parte delle imprese
  • Fabbisogno 10 Prevenire/ripristinare i danni legati a rischi climatici, sanitari, fitosanitari, ambientali e ad azione selvatici
  • Fabbisogno 11 Sostenere il ripristino, il mantenimento e il miglioramento della biodiversità naturale e agraria e del paesaggio
  • Fabbisogno 12 Limitare la contaminazione delle risorse non rinnovabili (acqua, suolo, aria) da parte delle attività agricole
  • Fabbisogno 15 Migliorare la conservazione del sistema suolo
  • Fabbisogno 17 Tutelare e valorizzare le attività agricole e forestali nelle zone di montagna

 

Sono oggetto di finanziamento:

 

 

  • · unità formative/corsi in aula, che prevedano o meno ore di lezione in FAD;

 

  • · unità formative/corsi in aula con esercitazioni in campo/visite guidate, che prevedano o meno ore di lezione in FAD;

 

  • · unità formative/corsi interamente erogati in modalità e-learning/FAD.

 

 

 

Ai fini del finanziamento previsto dal presente Bando, il numero di partecipanti può essere compreso da un minimo di 7 ad un massimo di 30. Il numero di partecipanti attesi da indicare nella domanda di sostegno deve pertanto essere compreso in questo intervallo.

 

 

I corsi organizzati con attività didattica in aula possono comprendere attività pratiche quali esercitazioni, dimostrazioni, lezioni in campo, visite guidate, o altre modalità innovative. Il prestatore del servizio di formazione è tenuto a rilasciare un attestato di frequenza e profitto con superamento della prova (o di sola frequenza, in caso di mancato superamento della prova finale).

 

 

Per le iniziative formative finanziate al 100% del costo standard, la partecipazione al corso da parte del destinatario deve essere a titolo gratuito.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria prevista per l’attuazione del presente Bando è determinata in euro 1.000.000,00.

 

L’importo della domanda di sostegno non può essere:

 

a) inferiore a 5.000,00 euro di contributo pubblico complessivo.

b) superiore a un contributo complessivo massimo richiedibile di 250.000,00 euro

Scadenza

Il termine di presentazione delle domande di sostegno è individuato al 31 marzo 2022.