PSR 2014/2020. Operazione 2.1.01. Finanziamento a fondo perduto per l’attività di consulenza aziendale delle aziende agricole.

 

La Regione Lombardia intende finanziare i servizi di consulenza alle aziende agricole, per un massimo di 1500 euro per ogni consulenza. 

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di finanziamento:

  • soggetti riconosciuti ed iscritti nell’Elenco regionale in esito alle procedure di riconoscimento di cui al decreto n. 16219 del 9 novembre 2018;
  • i soggetti iscritti al Registro Unico Nazionale istituito presso il MIPAAFT con sede operativa in regione Lombardia.

Il beneficiario non può presentare più di dieci protocolli all’interno dello stesso ambito.

La consulenza è prestata agli agricoltori, ai giovani agricoltori, ai silvicoltori. Tali soggetti sono i “destinatari finali” dei servizi di consulenza. Essi devono avere sede legale e/o almeno una sede operativa/unità locale in Lombardia. Il destinatario deve avere un fascicolo aziendale in Sis.Co. aggiornato. In particolare, sono destinatari finali dei servizi di consulenza:

Imprese agricole, singole e associate, iscritte al registro delle imprese, dotatie di partita IVA. Per le imprese agricole che hanno sede legale a Livigno (territorio extradoganale) il possesso della partita IVA è soddisfatto attraverso l’iscrizione al registro depositato presso il Comune dal quale si evince lo svolgimento dell’attività agricola, così come previsto dal DM 7839 del 9 agosto 2018;

Imprese forestali, singole e associate, iscritte al registro delle imprese e che abbiano una attività principale o secondaria con codice ATECO che inizi con 02.

l destinatario della consulenza non può ricevere più di tre consulenze nell’ambito delle presenti disposizioni attuative aderendo al massino a tre protocolli di consulenza.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono finanziabili progetti di consulenza alle imprese agricole e forestali in almeno uno dei comparti di specializzazione previsti dall’Elenco regionale:

1.A produzioni – trasformazioni / filiere vegetali;

1.B produzioni – trasformazioni / filiere zootecniche;

2. produzioni / filiere forestali.

La consulenza viene fornita, a seconda delle richieste e delle necessità delle aziende, secondo due livelli di intervento:

1. Livello Base

2. Livello Avanzato.

Il Livello Base è finalizzato a fornire supporto per il rispetto delle normative vigenti, analisi e proposte innovative per la soluzione di problematiche aziendali; il Livello Avanzato è finalizzato principalmente al miglioramento della competitività, al trasferimento dell’innovazione e allo sviluppo sostenibile dell’azienda.

Ogni livello prevede specifici ambiti di consulenza per i quali si rimanda al bando. 

Entità e forma dell’agevolazione

L’aiuto è concesso come finanziamento a fondo perduto sulla base della spesa ammessa sino ad un massimo di 1.500 Euro per consulenza.

Scadenza

La scadenza per la presentazione delle domande è il 16/11/2020.