PSR 2014/2020. Misura 8.1.1. Finanziamento a fondo perduto fino al 100% per l’imboschimento dei terreni agricoli e non agricoli.

 

L’’operazione 8.1.1 del PSR finanzia l’imboschimento di terreni agricoli (anche non agricoli nel caso di impianti di bosco permanente), tramite la realizzazione di piantagioni riferite alle seguenti azioni: 1) pioppicoltura; 2A) arboricoltura da legno a ciclo medio-lungo;2B) arboricoltura a ciclo medio-lungo con specie tartufigene; 3) bosco permanente.
Gli impianti possono essere realizzati in pianura, ad eccezione degli interventi di tartuficoltura (azione 2B), realizzabili nelle aree, per lo più di collina, vocate per la produzione dei tartufi.

Soggetti beneficiari

Imprenditori agricoli, soggetti privati ed enti pubblici.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammesse le azioni relative alla realizzazione dei seguenti interventi:

 

  • impianti di arboricoltura da legno a ciclo breve: è prevista la realizzazione di piantagioni arboree temporanee con cloni di pioppo, escludendo la pioppicoltura ordinaria (monoclonale), di durata minima pari a 8 anni;
  • impianti di arboricoltura a ciclo medio-lungo: l’azione sostiene la creazione di piantagioni arboree temporanee costituite da latifoglie, con funzioni sia ambientali che produttive (legname di pregio per l’industria o tartufi), di durata minima pari a 20 anni;
  • impianti di bosco permanente: l’obiettivo è la ricostituzione di boschi planiziali, cioè popolamenti forestali naturaliformi (per composizione, struttura e densità) e polifunzionali, di durata minima pari a 20 anni ma non reversibili, da gestire e porre in rinnovazione con le tecniche della selvicoltura naturalistica.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è pari ad euro 1.961.364,45

 

I sostegni finanziari consistono in: 

 

  1.   contributo sulle spese di impianto (dal 60% al 100% della spesa ammissibile, variabile tra 4.000 e 8.000 euro/ha a seconda dell’azione);
  2.  premio annuale per il mancato reddito agricolo (Azioni 2 e 3, solo privati), variabile tra 300 €/ha e 700€/ha;
  3. premio annuale a copertura delle spese di manutenzione (Azioni 2 e 3, solo privati) di 500 o 600 €/ha.

Scadenza

La domanda può essere presentata dal 15 luglio 2020 al 30 settembre 2020.