PSR 2014/2020. Misura 7.5. Operazione A. FA.6A. Area interna di Ascoli Piceno. Finanziamento a fondo perduto fino all’80% per gli investimenti in infrastrutture ricreazionali per uso pubblico e per informazioni turistiche.

 

Obiettivo del bando è il sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative, informazioni turistiche e infrastrutture turistiche su piccola scala.

 

La sottomisura si applica al territorio dei Comuni sottoscrittori dell’Accordo di Programma Quadro dell’Area Regione Marche “Ascoli Piceno” costituita dai seguenti comuni: Comunanza, Force, Montedinove, Montemonaco, Rotella, Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, Appignano del tronto, Castignano, Montegallo, Palmiano, Roccafluvione, Carassai, Cossignano, Montalto delle Marche e Offida e Venarotta.

Soggetti beneficiari

I richiedenti sono: Enti locali, altri enti di diritto pubblico, associazioni senza scopo di lucro impegnate nel settore della cultura e delle tradizioni.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili ai sensi della presente sottomisura i seguenti investimenti (FA 6B):

 

a) organizzazione di percorsi turistici e di aree di sosta comprensivi di segnaletica;

b) realizzazione o recupero di infrastrutture ricreative e di rifugi;

c) la costruzione e l’ammodernamento di uffici d’informazione turistica e dei centri visita di aree protette.

 

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spese:

 

a) opere edili, comprese le opere per la messa in sicurezza del cantiere, funzionali agli interventi previsti dal presente bando;

b) fornitura e posa in opera di impianti e reti funzionali agli interventi previsti dal presente bando;

c) fornitura e posa in opera di elementi di arredo urbano;

d) cartelli e sistemi segnaletici, con esclusione della segnaletica stradale, ivi compresa la cartellonistica informativa obbligatoria prevista del presente bando;

 

Sono inoltre ammissibili le seguenti spese generali, funzionalmente collegate agli investimenti ammessi a finanziamento, nel limite complessivo del 10% degli stessi, al netto di IVA.

– Onorario per la progettazione degli interventi proposti ed eventuali onorari per consulenti necessari per la redazione del progetto;

– Onorario per la direzione, la contabilità e la certificazione di regolare esecuzione dei lavori ed eventuali onorari per consulenti necessari per la direzione, la contabilità ed il collaudo dei lavori.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria assegnata è di € 733.109,56.

L’aiuto è concesso sotto forma di contributo a fondo perduto all’80% del costo ammesso per gli investimenti strutturali e al 50% degli arredi e allestimenti.

Scadenza

La domanda di sostegno può essere presentata a partire dalle ore 09:00 del giorno 09 febbraio 2021 e fino alle ore 13:00 del giorno 17 marzo 2021.