PSR 2014-2020. Misura 6.4.3 Aree Interne Marmo Platano. Finanziamento a fondo perduto fino al 50% per impianti di energia da fonti rinnovabili.

 

Il bando ha come obiettivo l’attivazione di azioni virtuose attraverso il recupero dei reflui delle produzioni zootecniche per alimentare un sistema di sostenibilità energetica e ambientale e, allo stesso tempo diversificare l’attività dell’imprenditore agricolo che con la produzione da fonti alternative qualificherà il prodotto come “eco-compatibile”, oltre che generatore di economie per l’azienda.

Tutte le operazioni sono volte  a favorire la diversificazione, la creazione e lo sviluppo di piccole imprese nonché l’occupazione e Stimolare lo sviluppo locale nelle zone rurali, risponde prioritariamente al soddisfacimento del seguente fabbisogno: F27 – Favorire azioni integrate e di sistema per la valorizzazione turistica del patrimonio naturale, storico-culturale e architettonico delle aree rurali

Soggetti beneficiari

Imprese agricole che intendono diversificare le fonti di ricavo, titolari di P IVA ed iscritte alla Camera di Commercio nella Sezione “Imprese Agricole”.

 

Il presente avviso si applica ai territori facenti capo ai seguenti Comuni: Bella, Baragiano, Balvano, Castelgrande, Muro Lucano, Pescopagano e Ruoti afferenti all’area interna Marmo Platano.

Tipologia di interventi ammissibili

Progetti e interventi ammessi:


– Saranno sostenuti esclusivamente impianti a biogas alimentati da prodotti di scarto delle attività agro – zootecniche;

– Saranno sostenuti impianti sino ad una potenza massima pari a kw 150;

– Gli investimenti dovranno essere necessariamente corredati da uno Studio di Impatto Ambientale e da uno Studio di Fattibilità;

– Gli impianti che producono energia elettrica hanno l’obbligo di utilizzare la frazione termica generata per almeno il 40%;

– Dovrà essere rispettata la normativa sulla cumulabilità degli incentivi, in forza della quale l’intensità di aiuto sarà posta pari al 40%, in quanto l’energia prodotta in tutto o in parte dovrà essere venduta.

 

I progetti potranno essere riferiti ad impianti per la produzione di biogas e potranno riguardare:


  • Nuovi impianti, attrezzature e forniture per la produzione di energia;
  • Opere murarie, scavi per la realizzazione di reti di distribuzione sino al 10% del costo progettuale;
  • Acquisto di Hardware e software solo se strettamente connessi alla realizzazione del progetto;
  • Spese tecnico – progettuali, nulla osta entro il 10% del costo progettuale; 
  • Cartellonistica obbligatoria sino ad un massimo di € 250,00.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria complessiva del presente avviso ammonta ad € 400.000,00.

 

Il contributo sarà concesso con una intensità di aiuto fino al 50 % dell’investimento ammesso o al 40% dell’investimento ammesso qualora si intenda ricorrere ad un meccanismo incentivante.

Scadenza

La domanda di sostegno deve essere presentata entro il 30 SETTEMBRE 2021 mentre la presentazione delle candidature dovrà avvenire entro Il 7 OTTOBRE 2021