PSR 2014/2020. Misura 4.2.1. Finanziamento a fondo perduto fino al 50% per il sostegno degli investimenti nella trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli.

 

L’intervento 4.2.1 “Investimenti nella trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli” sostiene le aziende nell’introduzione di tecniche di innovazione tecnologica, organizzativa e logistica dei cicli di lavoro. In un quadro generale di miglioramento delle performance ambientali e della sostenibilità del sistema di produzione alimentare, di “accorciamento della filiera agroalimentare” e di recupero di competitività del settore primario, l’obiettivo è quello di sviluppare il miglioramento e l’innovazione del prodotto e del packaging, dell’ampliamento delle funzioni d’uso, lo sviluppo qualitativo e quantitativo delle gamme di prodotti posizionate sui mercati locali e sui mercati extraregionali.

 

Rispetto alle finalità generali dell’intervento, il presente bando si caratterizza per un focus più specifico, essendo finalizzato all’acquisto di nuovi macchinari, attrezzature ed impianti, coerentemente con obiettivi di miglioramento delle performance economiche ed ambientali delle aziende.

Soggetti beneficiari

Rientrano tra i soggtti beneficiari le imprese operanti nella trasformazione e commercializzazione dei prodotti. 


Possono accedere al sostegno anche le imprese agricole, qualora la materia prima da trasformare/commercializzare sia di provenienza extra-aziendale in misura non inferiore ai 2/3 di quella complessivamente trasformata/commercializzata.

Tipologia di interventi ammissibili

Il bando sostiene l’acquisto di nuovi macchinari, attrezzature ed impianti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti.

In particolare, sono ammissibili le seguenti categorie di spesa:

a) acquisto di nuovi macchinari, attrezzature ed impianti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti.

b) spese generali collegate agli investimenti di cui alla lettera a) come onorari per professionisti e consulenti, compensi per consulenze in materia di sostenibilità ambientale ed economica, inclusi gli studi di fattibilità, acquisizione di brevetti e licenze. Le spese generali, inclusi gli studi di fattibilità, sono ammesse nel limite del 6% della spesa totale ammissibile per gli investimenti, sulla base dei seguenti massimali:

– max. 3% per spese tecniche relative all’acquisto di impianti, macchinari e attrezzature;

– max. 3% per altre spese generali.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di Euro 2.000.000,00.

L’entità del contributo per gli interventi 4.2.1 è del 50% del valore delle spese ammissibili.

Per gli investimenti relativi a prodotti che, in uscita dalla trasformazione, restano compresi nell’Allegato I del TFUE, è stabilito un contributo massimo di euro 300.000,00 per un investimento non superiore ad euro 600.000,00.

Per gli investimenti relativi a prodotti che, in uscita dalla trasformazione, risultano non compresi nell’Allegato I del TFUE, è stabilito un contributo massimo pari ad euro 100.000,00 a fronte di un progetto di investimento non superiore ad euro 200.000,00.

Scadenza

Le domnande devono essere presentate entro il 19/12/2020.