PSR 2014/2020. Misura 21. Intervento 21.1.1 Finanziamento a fondo perduto una tantum per agricoltori che esercitano attività agrituristica, di fattoria didattica o di agricoltura sociale particolarmente colpiti dalla crisi di Covid-19.

 

Con la presente tipologia di operazione si intende dare una risposta alla situazione di crisi che, in conseguenza delle chiusure e delle restrizioni alla circolazione delle persone, sta colpendo in modo particolare il settore dell’agriturismo. Tali restrizioni, hanno causato numerose disdette delle prenotazioni ricevute prima dell’inizio del periodo di diffusione del virus COVID-19 ed una caduta sostanziale delle nuove prenotazioni e delle presenze. Al fine di preservare il tessuto economico e produttivo della filiera agrituristica regionale, che risulta essere tra le più penalizzate dagli effetti derivanti dalla manifestazione della pandemia COVID-19, si prevede il pagamento una tantum di un contributo finanziario volto a sostenere la liquidità aziendale per mantenere la continuità delle attività. Anche la sospensione dei servizi erogati dalle didattiche ha comportato un grave pregiudizio per la continuità aziendale in tali comparti, e, pertanto, si prevede la concessione di un analogo sostegno per tali realtà. Il presente avviso è indirizzato alle aziende agrituristiche e alle fattorie didattiche operanti in Basilicata.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda:

a) Le aziende agricole che esercitano attività agrituristica e che risultano iscritte all’Elenco regionale degli agriturismi in possesso dell’autorizzazione del Comune di competenza.

b) Le aziende agricole che esercitano attività di fattoria didattica e che risultano iscritte all’elenco regionale.

L’operazione si applica su tutto il territorio regionale, in quanto rurale.

L’accesso alla presente sottomisura è consentito a condizione che, al momento del rilascio della domanda di sostegno sul portale SIAN, siano soddisfatti i seguenti requisiti:

1. Iscrizione al Registro delle Imprese Agricole, presso la CCIAA e partita IVA in ambito agricolo come attività prevalente2 ;

2. Iscrizione all’Elenco regionale delle Aziende Agrituristiche;

3. Iscrizione all’Elenco regionale delle Aziende che esercitano attività di fattoria didattica.

I requisiti di cui ai punti a) e b) devono essere posseduti alla data del 08 marzo 2020 e le aziende agricole interessate non devono aver interrotto l’attività all’atto della domanda di sostegno.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo del contributo pubblico erogabile, una tantum, per ciascuna azienda agricola è modulato sulla base dei seguenti criteri:

A. Aziende agrituristiche: € 7.000;

B. Aziende agricole che esercitano la sola attività di Fattoria didattica: € 6.000.

Scadenza

Il termine per la presentazione delle domande è il 9 ottobre 2020.