PSR 2014/2020. Misura 13.1. e 13.2. Pagamento compensativo per le zone montane ed altre zone soggette a vincoli naturali significativi.

 

Le zone montane e le zone soggette a vincoli naturali significativi diverse dalle zone montane, presentano caratteristiche pedologiche, orografiche e climatiche tali da determinare, nel loro insieme, condizioni di forte svantaggio per le aziende agricole in esse operanti. Le limitazioni di tipo ambientale determinano due tipi di effetti, tra loro connessi: da un lato condizionano negativamente i risultati economici aziendali in termini di redditività dei fattori di produzione impiegati (terra in primo luogo); nel contempo riducono fortemente le opportunità di diversificazione produttiva. Queste problematiche di carattere strutturale accentuano le tendenze all’abbandono delle attività agricole e di spopolamento, soprattutto da parte degli agricoltori più giovani attratti da opportunità di lavoro più favorevoli in altri settori e in altre zone anche fuori della Sardegna, facendo venire meno la funzione di “presidio” attivo del territorio svolto dagli agricoltori, con conseguenti impatti ambientali negativi in termini di riduzione della biodiversità, aumento dei fenomeni di erosione e di dissesto idrogeologico, oltre che di squilibri territoriali di natura socio-economica.

La Misura 13 risponde ai seguenti fabbisogni:

 

− 4.2.22 “Stimolare e rafforzare sensibilità conoscenza competenze metodi interventi e pratiche funzionali alla protezione di biodiversità” in quanto la misura è funzionale al mantenimento di metodi di gestione sostenibile delle aziende agricole e zootecniche il cui abbandono a causa dei bassi redditi è causa di declino ambientale e perdita di biodiversità;

− 4.2.24 “Promuovere interventi per contrastare i fattori che determinano il rischi di desertificazione” in quanto l’abbandono dell’attività agricola può determinare l’accentuazione dei fenomeni di desertificazione.

 

La misura 13 contribuisce alla priorità 4: preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi connessi all’agricoltura e alla selvicoltura e alla focus area 4a: salvaguardia, ripristino e miglioramento della biodiversità, compreso nelle zone Natura 2000 e nelle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici, nell’agricoltura ad alto valore naturalistico, nonché dell’assetto paesaggistico dell’Europa.

 

Sulla base di tali considerazioni emerge la necessità di promuovere la permanenza di attività agricole sostenibili nelle zone montane e nelle zone soggette a vincoli naturali significativi diverse dalle zone montane, assicurando un sostegno diretto agli agricoltori operanti in tali zone in continuità con il precedente periodo di programmazione 2007/2013. Coerentemente con le predette finalità, la misura prevede l’attivazione delle seguenti due sottomisure:

 

13.1 – Pagamento compensativo per le zone montane;

13.2 – Pagamento compensativo per altre zone soggette a vincoli naturali significativi.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda gli agricoltori in attività, che siano persone fisiche o persone giuridiche (società).

 

Nello specifico sono ammesse:

  • AZIENDA CONIUGALE
  • DITTA INDIVIDUALE
  • PERSONA FISICA
  • SOC. SEMPLICI, IRREG. O DI FATTO (NON RESIDENTI)
  • SOC.COOP,CONSORZI ISCRITTI NEI REGISTRI O SCHEDARI
  • SOCIETA’ A RESP. LIMITATA (NON RESIDENTI) 
  • SOCIETA’ A RESPONSABILITA’ LIMITATA
  • SOCIETA’ IN ACCOMANDITA PER AZIONI 
  • SOCIETA’ IN ACCOMANDITA PER AZIONI (NON RESIDENTI)
  • SOCIETA’ IN ACCOMANDITA SEMPLICE
  • SOCIETA’ IN ACCOMANDITA SEMPLICE (NON RESIDENTI)
  • SOCIETA’ IN NOME COLLETTIVO
  • SOCIETA’ IN NOME COLLETTIVO (NON RESIDENTI)
  • SOCIETA’ PER AZIONI 
  • SOCIETA’ PER AZIONI (NON RESIDENTI)
  • SOCIETA’ SEMPLICI, IRREGOLARI O DI FATTO

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili al sostegno le zone montane riportate nel presente bando.

Il periodo d’impegno, di seguito “anno d’impegno”, è annuale e decorre dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021.

Entità e forma dell’agevolazione

L’indennità compensativa è un premio annuale concesso per ettaro di superficie agricola ammissibile all’aiuto.

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro il 15 maggio 2021.