PSR 2014/2020. Misura 13.02. Finanziamento a fondo perduto compensativo per le aree soggette a significativi vincoli naturali.

 

L’intervento consiste nella concessione di una indennità con la quale compensare gli agricoltori delle aree caratterizzate da tale tipo di svantaggio per i costi aggiuntivi sostenuti e/o per il mancato guadagno rispetto alle aziende situate in zone più favorevoli di pianura garantendone la sostenibilità economica; si intende inoltre assicurare l’uso continuativo delle superfici agricole di tali zone.

L’intervento si applica alla superficie agricola delle zone caratterizzate da svantaggi naturali diverse dalle zone montane della Liguria per le tipologie colturali ammesse al sostegno.

I comuni interessanti dalla misura sono riportati nel bando.

Soggetti beneficiari

Agricoltori in attività

Tipologia di interventi ammissibili

E’ prevista una indennità commisurata alla superficie agricola dei terreni situati nelle zone svantaggiate – diverse dalle zone di montagna – della Liguria; tale valore viene calcolato in base ai mancati guadagni e ai costi aggiuntivi correlati alla gravità del vincolo permanente rispetto alle attività agricole in aree senza limitazioni e svantaggi naturali, per tutte le tipologie di azienda appartenenti ai diversi Sistemi Agricoli per i quali è prevista l’indennità. Possono beneficiare del contributo anche le aziende agricole con sede in zone non svantaggiate, per i terreni aziendali situati in zona svantaggiata. Gli agricoltori, singoli o associati, per avere diritto all’indennità devono svolgere direttamente, con regolare titolo di conduzione, l’attività agricola nelle superfici oggetto di richiesta nell’anno di presentazione della domanda.

Entità e forma dell’agevolazione

Le indennità sono concesse agli agricoltori che si impegnano a proseguire l’attività agricola per un anno a partire dal 15 maggio 2021.

L’indennità compensativa per ettaro è calcolata in base al Sistema Agricolo delle aziende applicando i seguenti importi per tipologia aziendale e per scaglione di superficie, congruenti con i risultati dei calcoli effettuati sia per livello di importo che per degressività:

 

1. Sistema agricolo dei seminativi:

 

– fino a 10 Ettari: indennità di 350 euro/ettaro;

– da 10,01 a 70 ettari: indennità di 245 euro/ettaro;

– oltre 70 ettari: nessuna indennità.

 

2.  Sistema agricolo dell’arboricoltura specializzata intensiva:

 

– fino a 10 Ettari: indennità di 450 euro/ettaro;

– da 10,01 a 70 ettari: indennità di 315 euro/ettaro;

– oltre 70 ettari: nessuna indennità.

 

3. Sistema agricolo dell’arboricoltura estensiva:

 

– fino a 10 Ettari: indennità di 300 euro/ettaro;

– da 10,01 a 70 ettari: indennità di 210 euro/ettaro;

– oltre 70 ettari: nessuna indennità.

 

4. Sistema agricolo zootecnico – foraggero:

 

– fino a 20 Ettari: indennità di 250 euro/ettaro;

– da 20,01 a 70 ettari: indennità di 175 euro/ettaro;

– da 70,01 a 100 ettari: indennità di 122,5 euro/ettaro; – oltre 100 ettari: nessuna indennità.

Scadenza

Le domande devono essere presentate entro il 17 Maggio 2021.