PSR 2014/2020. Misura 12.2. Finanziamento a fondo perduto per la compensazione del mancato reddito nelle aree forestali dei siti Natura 2000.

 

L’aiuto consiste nella concessione di un’indennità per compensare i costi aggiunti ed il mancato guadagno dovuto all’obbligo di rilascio in bosco di nuclei di piante come “isole di biodiversità” destinate all’invecchiamento indefinito. L’indennità è quindi destinata a compensare i costi aggiuntivi e i mancati guadagni che subiscono i selvicoltori che operano tagli boschivi in aree
ricadenti nelle Zone di Protezione Speciale e nelle Zone Speciali di Conservazione della “Rete Natura 2000”.

Soggetti beneficiari

Selvicoltori, ossia i soggetti titolari della gestione delle superfici forestali ricadenti nella Aree Natura 2000 soggette ai vincoli, singoli o associati.

Tipologia di interventi ammissibili

E’ prevista un’indennità commisurata ai minori guadagni connessi al rilascio di un maggior numero di piante in bosco rispetto alle situazioni ordinarie (destinate a formare le isole di biodiversità) e i maggiori oneri connessi sia agli aspetti di individuazione sul terreno delle piante da rilasciare sia alle limitazioni operative relative alle operazioni di utilizzazione dei soprassuoli.

Campo di applicazione:

 

Boschi ricadenti nelle Zone di Protezione Speciale e Zone Speciali di Conservazione della Rete Natura 2000.

Entità e forma dell’agevolazione

L’indennità corrisponde a:

 

• 325 € per ettaro per le superfici al taglio comprese tra i 2 e i 10 ettari

• 260 € per ettaro per la frazione di superficie al taglio eccedente i 10 ettari

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro il 17 maggio 2021.