PSR 2014/2020. Intervento 6.1.1. Finanziamento a fondo perduto per l’avviamento di imprese di giovani agricoltori.

 

Il presente bando ha come obiettivo la promozione del ricambio generazionale per aumentare e la redditività e la competitività del settore agricolo, attraverso l’insediamento di giovani agricoltori, adeguatamente qualificati, supportandoli nella fase di avvio dell’impresa. L’insediamento di giovani agricoltori contribuisce anche ad orientare i processi produttivi verso l’applicazione di metodi di lavorazione sostenibile e ad una maggiore attenzione al contesto ambientale di lavoro e alla qualità delle produzioni.

Soggetti beneficiari

I beneficiari del presente bando sono i giovani agricoltori.

Tipologia di interventi ammissibili

1. Il piano aziendale (PA) redatto secondo l’allegato A), prevede la realizzazione di operazioni riferite, prevalentemente in termini di costo, all’attività agricola primaria e contiene, i seguenti elementi essenziali:

 

a) la descrizione della situazione di partenza dell’azienda, coerente con quanto riportato a fascicolo aziendale, contenente l’orientamento produttivo, inclusa l’eventuale attività di allevamento e di trasformazione. Il PA descrive inoltre, eventuali, attività di agriturismo o altre tipologie di attività extra agricole (non prevalenti in termini di costo rispetto al totale del PA), la situazione occupazionale, il personale assunto a tempo indeterminato, il volume d’affari ai fini IVA, gli sbocchi di mercato;

b) il progetto di impresa, con l’evidenza delle tappe essenziali per lo sviluppo dell’attività agricola primaria dell’azienda e, se del caso di trasformazione, commercializzazione o extra agricola, il mercato di riferimento, la strategia commerciale, l’integrazione con il territorio, l’organizzazione del ciclo produttivo ed aziendale nel suo complesso;

c) gli obiettivi e i risultati, valorizzati con specifici indicatori di risultati, che si intendono perseguire a seguito dell’attuazione del PA;

d) la dimensione economica dell’impresa, espressa in standard output, alla data di presentazione della domanda di premio e la dimensione economica che, presumibilmente, sarà raggiunta a conclusione del PA;

e) nel caso in cui sia prevista l’attuazione di operazioni finalizzate alla produzione primaria e alla trasformazione o commercializzazione di prodotti di cui all’allegato I del TFUE, indicazione, espressa in termini percentuali, della dimensione economica, in standard output, della produzione primaria interessata dalle operazioni di trasformazione o commercializzazione rispetto alla dimensione economica aziendale, in standard output;

f) il settore produttivo prevalente dell’azienda, determinato sulla base dello standard output alla data di presentazione della domanda di premio;

g) la descrizione delle operazioni e degli interventi proposti, materiali e immateriali compresi quelli inerenti alla sostenibilità ambientale e all’efficienza delle risorse in attuazione del PA;

h) il costo complessivo previsto per l’attuazione del PA declinato per operazioni e interventi materiali e immateriali, distinto per operazioni finalizzate alla produzione, alla trasformazione o commercializzazione, alle eventuali attività extra agricole;

i) il piano finanziario;

j) un cronoprogramma di realizzazione delle operazioni programmate, declinate per interventi;

k) la descrizione della prevista situazione economica finale conseguente all’attuazione del PA, formulata sulla base di oggettive valutazioni e degli obiettivi e risultati che si intendono perseguire a seguito dell’attuazione del PA.

 

2. Il costo previsto per l’attuazione del PA, gli obiettivi e i risultati attesi, compresi gli indicatori fisici, lettere c) e h) sono verificati a conclusione del PA medesimo.

 

3. In caso di contestuale pluralità di insediamenti nella medesima azienda è presentato un unico PA che evidenzia l’apporto di ogni singolo giovane al progetto d’impresa.

 

4. A pena di inammissibilità della domanda di premio, il costo complessivo previsto per le operazioni previste nel piano aziendale,lettera h), per l’avvio o lo sviluppo delle attività di produzione primaria deve essere almeno uguale al premio richiesto. Nel caso di insediamento di più giovani agricoltori nella stessa azienda, l’importo previsto nel PA per lo svolgimento delle attività di produzione primaria è pari almeno alla somma dei premi richiesti dai giovani agricoltori.

Entità e forma dell’agevolazione

Il presente bando per l’insediamento dei giovani in agricoltura si attua attraverso la concessione di un premio (calcolato in base ai parametri riporati sul bando), al quale vanno aggiunti ulteriori euro 800.218,52

Scadenza

La domanda deve essere trasmessa entro il 30 giugno 2021.