PSR 2014/2020. Intervento 4.3.1. Finanziamento a fondo perduto pari all’80% per Infrastrutture viarie silvopastorali, ricomposizione e miglioramento fondiario e servizi in rete.

 

L’intervento promuove:

 

– il miglioramento della viabilità silvopastorale attraverso investimenti che riguardano la costruzione e l’adeguamento della viabilità silvopastorale, comprese tutte le opere e i manufatti connessi all’investimento, nonché le opere accessorie di mitigazione degli impatti.

– il miglioramento di opere di natura infrastrutturale (es. strutture a rete) attraverso investimenti per l’approvvigionamento idrico, elettrico, termico e per le telecomunicazioni, escluso l’ultimo miglio.

Soggetti beneficiari

Soggetti proprietari e/o gestori di aree forestali così delineati:

• Soggetti privati
• Associazioni o consorzi di privati
• Regole
• Comuni
• Associazioni di Comuni
• Unioni Montane/Comunità Montane
• Associazioni miste privati/Comuni
• Agenzia Veneta per l’innovazione del settore primario-Veneto Agricoltura
• Altre Amministrazioni pubbliche 

Tipologia di interventi ammissibili

Descrizione interventi:

 

a) Costruzione di nuove strade silvopastorali, comprese tutte le opere e manufatti connessi direttamente all’investimento e le opere accessorie di mitigazione degli impatti. Tra i manufatti connessi all’investimento rientrano anche le opere volte al transito in condizioni di sicurezza.
b) Adeguamento della viabilità silvopastorale esistente, comprese tutte le opere e manufatti connessi direttamente all’investimento e le opere accessorie di mitigazione degli impatti, come meglio specificato in allegato tecnico. Tra i manufatti connessi all’investimento rientrano anche le opere volte al transito in condizioni di sicurezza.
c) Costruzione di infrastrutture per l’approvvigionamento idrico, elettrico e termico, reti telefoniche, comprese tutte le opere e manufatti connessi direttamente all’investimento e le opere accessorie di mitigazione degli impatti.
d) Adeguamento di infrastrutture per l’approvvigionamento idrico, elettrico e termico, reti telefoniche, comprese tutte le opere e manufatti connessi direttamente all’investimento e le opere accessorie di mitigazione degli impatti, come meglio specificato in allegato tecnico.

La descrizione estesa degli interventi b. e d. di adeguamento è riportata nel bando.

 

a. Sono considerate ammissibili tutte le spese sostenute dal beneficiario per lavori, acquisti e spese generali (onorari di progettazione, direzione lavori e collaudo tecnico) necessarie alla corretta esecuzione degli investimenti ammessi nella “Descrizione interventi”. 
b. Qualora se ne riscontri la necessità, al fine di garantire la stabilità del sedime stradale, le spese per l’eventuale stabilizzazione tramite leganti (cemento, asfalto, macadam, e prodotti assimilabili), sono ammesse per interventi che riguardino:

i. tratti con pendenza superiore al 14% per un massimo del:
– 20% della lunghezza del tratto viario oggetto di nuova costruzione o 30% della lunghezza del tratto viario oggetto di adeguamento;

ii. tornanti e/o attraversamenti di rii o vallecole (ad es. corde molli);

iii. rifacimento del manto stradale distrutto in corrispondenza della realizzazione/adeguamento di manufatti.

Entità e forma dell’agevolazione

Risorse a bando: 1.500.000,00 euro.

Il livello di aiuto è pari al 80% della spesa ammissibile (IVA esclusa).

La spesa ammissibile del progetto per l’adeguamento e/o nuova costruzione di infrastrutture viarie deve essere pari o superiore a 30.000,00 €, fino ad un importo massimo di 250.000,00 €.
La spesa ammissibile del progetto per l’adeguamento e/o nuova costruzione di infrastrutture idriche, elettriche, termiche o telefoniche deve essere pari o superiore a 50.000,00 €, fino ad un importo massimo
di 500.000,00 €.

Scadenza

30/10/2021