PSR 2014/2020. Intervento 10.1.7. Finanziamento a fondo perduto destinato agli allevatori/custodi per il recupero e conservazione delle razze locali minacciate di abbandono.

 

L’intervento è finalizzato al recupero e alla conservazione delle razze locali autoctone minacciate d’abbandono. Tale finalità è motivata dalla considerazione che la diversità genetica rappresenta una risorsa che deve essere preservata per le generazioni future.

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari sono:

 

  • Agricoltori 
  • Associazioni di agricoltori; 
  • Enti pubblici che conducono aziende agricole
 
Il soggetto richiedente deve:
 
a) condurre una UTE in Regione del Veneto
b) disporre degli idonei titoli di proprietà degli animali per i quali richiede l’aiuto alla data di presentazione della domanda.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono previsti interventi di Allevamento in purezza di nuclei di animali per un periodo di cinque anni.

 

Sono ammesse le seguenti razze locali autoctone minacciate d’abbandono:

– Specie bovina:

a. razza Burlina;

b. razza Rendena;

c. razza Grigio Alpina;

 

– Specie equina:

a. razza Norica;

b. razza CAITPR;

c. razza Maremmana;

 

razza Cavallo del Delta;

 

– Specie ovina:

a. razza Alpagota;

b. razza Lamon;

c. razza Brogna;

d. razza Vicentina o Foza.

 

Gli animali devono essere iscritti alle specifiche sezioni dei libri o registri degli animali allevati in Veneto. La numerosità minima ammissibile è pari ad 1 UBA.

Concorrono al calcolo delle UBA, sulla base della tabella di conversione  di seguito riportata, i seguenti animali detenuti dal beneficiario alla data della domanda di aiuto:

 

  • i tori, le vacche e il giovane bestiame di oltre sei mesi di età, iscritti alle rispettive sezioni dei Libri o Registri;
  • equini maschi e femmine, iscritti ai rispettivi Libri o Registri, di oltre sei mesi di età; 
  • ovini iscritti ai rispettivi Registri dei riproduttori maschi e femmine.
 
Tori, vacche e altri bovini di oltre due anni, equini di oltre sei mesi 1,0 UBA
Bovini da sei mesi a due anni 0,6 UBA
Ovini 0,15 UBA
 
 
Il beneficiario deve:
 
a) per ogni anno di impegno, mantenere in purezza almeno il numero complessivo dei soggetti ammessi con la domanda di aiuto del primo anno
b) rispettare le prescrizioni dettate dai piani di selezione/conservazione quando previsti dai Libri Genealogici o Registri Anagrafici

Entità e forma dell’agevolazione

Il contributo è calcolato in base agli UBA.

Scadenza

Riapertura bando. Presentazione domande fino al 15 maggio 2021.