PSR 2014/2020. Intervento 1.1.1. Seconda edizione. Finanziamento a fondo perduto pari all’80% per il sostegno al coaching ed alle azioni di formazione ed informazione destinate al settore agricolo, forestale e alimentare.

 

Sul BUR del 16.02.2021, numero 10, a pagina 2982, è stato pubblicato il bando avente come scopo il trasferimento delle conoscenze scientifiche nell’economia rurale, in particolare quelle riferite a pratiche innovative e sostenibili in tutti i settori. Altresì, è finalizzato a diffondere l’utilizzo delle tecnologie informatiche (FA 6C) e a fornire attività di coaching sia ai giovani imprenditori agricoli insediati nell’ambito della sotto misura 6.1 sia alle nuove imprese create con gli incentivi della sotto misura 6.2.

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari sono organismi pubblici e privati e soggetti individuali, in possesso di una partita IVA, che hanno competenza nel trasferimento delle conoscenze ed in attività di formazione operanti nel territorio europeo.
Tali competenze devono essere dimostrate con l’evidenza dell’inserimento in liste di accreditamento regionali per le attività formative oppure da certificazioni rilasciate da istituzioni ufficiali europee.

 

I soggetti destinatari finali delle operazioni (finanziate con il presente avviso) sono:

a) agricoltori e loro coadiuvanti,
b) imprenditori forestali,
c) imprenditori delle micro e piccole imprese rurali,
d) operai agricoli e forestali,
e) operatori coinvolti nel settore alimentare.

Tipologia di interventi ammissibili

Il Progetto formativo deve contenere i seguenti elementi essenziali:

A). la presentazione del soggetto richiedente che metta in evidenza:

I. la propria struttura,
II. la propria organizzazione, compresa la rispondenza alle norme ed alle indicazioni previste nel sistema di accreditamento regionale,
III. le risorse umane coinvolte,
IV. la propria capacità finanziaria adeguata ad anticipare le spese
previste per lo svolgimento delle attività,
V. la propria capacità di esercitare le azioni formative;

B). elenco dei temi formativi, su cui deve vertere l’intervento, scelti tra le seguenti proposte formative (almeno tre):

I. pratiche agronomiche o forestali sostenibili comprese le tecniche di lotta e fertilizzazione

II. pianificazione aziendale e business plan,

III. strumenti finanziari e contrattuali,

IV. sicurezza sul lavoro,

V. mercati, circuiti e filiere,

VI. innovazioni nelle tecnologie, nei processi, nei prodotti e nell’organizzazione,

VII. nuove ICT ed opportunità di utilizzo per i settori agroalimentare e forestale, 

VIII. programmi ed opportunità comunitarie, criteri e modalità di accesso, modalità di rendiconto, impegni e modalità di
mantenimento, verifiche e controlli, 

IX. schemi di qualità e loro modalità di adesione;

 

C). i profili dei formatori per ognuno dei temi formativi scelti;

D). la descrizione delle azioni:

I. di formazione riportanti informazioni circa gli argomenti, la struttura e le modalità di esecuzione dei corsi di formazione,nonché notizie in ordine alla platea dei soggetti interessati/partecipanti,

II. di tutoraggio riportanti informazioni circa gli argomenti, la struttura e le modalità di esecuzione dei corsi di tutoraggio, nonché notizie in ordine alla platea dei soggetti interessati/partecipanti,

III. di studio o approfondimento tematico riportanti informazioni circa gli argomenti che saranno trattati, le modalità di esecuzione, nonché notizie in ordine alla platea dei soggetti interessati/partecipanti;

 

E). la descrizione delle modalità con le quali si è effettuata la selezione dei soggetti destinatari finali con indicazione:

I. dei mezzi di divulgazione utilizzati per gli avvisi di selezione,
II. dei criteri di selezione adottati per definire le graduatorie di merito,
III. della graduatoria finale e dei soggetti selezionati coinvolti nelle azioni formative descritte nella proposta.

 

Sono ammissibili le spese riguardanti:

a) attività di progettazione, coordinamento e realizzazione delle iniziative;
b) attività di docenza e di tutoraggio;
c) noleggio di attrezzature e acquisto di materiale didattico a supporto delle iniziative;
d) acquisto di materiale di consumo per esercitazioni;
e) affitto e noleggio di aule e strutture didattiche;
f) spese per eventuali visite didattiche (noleggio di mezzi di trasporto collettivo).

Entità e forma dell’agevolazione

Per il finanziamento delle domande inoltrate ai sensi del presente bando sono stanziati complessivamente Euro 1.500.000.

Il sostegno è pari all’ 80% dei costi ammissibili,il restante 20% è a carico del destinatario finale.

Scadenza

La domanda di sostegno deve essere presentata entro il termine del 15 marzo 2021.