PSR 2014/2020. Intervento 1.1.1. Finanziamento a fondo perduto per le attività di formazione nel settore agricolo e forestale. Annualità 2021.

 

Sul BUR del 9.12.2020, numero 94, supplemento 2, è stato pubblicato il bando finalizzato al sostegno di attività formative nel settore agricolo e forestale, all’interno del quale sono privilegiate le seguenti tematiche:

 

  • gestione sostenibile delle risorse natuarali, dell’ambiente e delle aree agro-silvopastorali;
  • innovazioni tecnologiche e applicazione risultati di ricerche e sperimentazioni;
  • nuove tecnologie per l’informazione e la comunicazione;
  • qualità dei prodotti, sicurezza alimentare e certificazioni;
  • aspetti tecnici ed economici di base del settorre agricolo alimentare e forestale e strumenti innovativi per la gestione sostenibile dell’impresa;
  • multifunzionalità e diversificazione delle attività aziendali;
  • sicurezza nei luoghi di lavoro

 

e contribuendo tra l’altro all’adempimento degli impegni correlati alle misure 4,6,10,11 e 14 del PSR. 

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare del sostegno gli operatori privati operanti in ambito europeo, in possesso di adeguate capacità e risorse atte a garantire il trasferimento delle conoscenze.



Destinatari delle operazioni sono:

 

– Addetti ai settori agricoli, alimentari e forestali;

– gestori del territorio;

– altri operatori economici che siano PMI, operanti in zone rurali, costituite nell’ambito della misura 312 del PSR per l’Umbria 2007/2013 e della misura 6.2. del PSR per l’Umbria 2014/2020;

– imprese attive ed iscritte alla CCIAA dell’Umbria;

– dipendenti, coadiuvanti, collaboratori iscritti all’INPS.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammesse al sostegno le attività formative elencate nel bando.

Il bando si applica a tutto il territorio regionale ed è finalizzato alla presentazione di domande a sostegno per l’annualità 2021.

Sono ammissibili le seguenti categorie di spesa:

  • attività di progettazione e coordinamento;
  • personale docente e rimborsi spesa;
  • noleggio attrezzature e acquisto materiale didattico;
  • hosting per servizi e-learning;
  • produzione di supporti finalizzati all’attività (pubblicazioni cartacee ed elettroniche);
  • pubblicizzazione riferita alla specifica iniziativa promossa dal beneficiario nei confronti dei potenziali destinatari;
  • spese riferite a energia elettrica, riscaldamento e condizionamento, acqua, telefono, spese postali, forniture per ufficio, materiali di primo soccoro. 

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse stanziate ammontano ad euro 2.051.000,00.

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro e non oltre il 9 marzo 2021.