PSR 2014/2020. GAL Alto Molise. Finanziamento a fondo perduto fino al 100% per contrastare i danni da fauna selvatica e trasformarli in opportunità per il sistema economico locale.

 

Il Bando intende perseguire un duplice obiettivo: trasformare la minaccia legata alla presenza incontrollata degli animali selvatici in opportunità per il sistema economico locale; diminuire la conflittualità tra fauna selvatica e produzione agricola e zootecnica. Nello specifico l’azione mira a:

– sviluppare una filiera di qualità delle carni abbattute e una maggiore sicurezza alimentare;

– favorire un processo di filiera certificata e un marchio di garanzia circa la provenienza degli animali;

– contrastare i danni da fauna selvatica.

Soggetti beneficiari

Per la tipologia di intervento 1: – il soggetto proponente che può presentare domanda di sostegno è il legale rappresentante del soggetto capofila del Consorzio o partenariato che si impegna a costituirsi come Consorzio, composto da almeno un imprenditore agricolo la cui sede legale o operativa ricada in uno dei Comuni di di seguito elencati, e da una impresa operante nella lavorazione delle carni il cui Codice Ateco prevalente sia uno dei seguenti:

46.32.10 “commercio all’ingrosso di carne fresca, congelata e surgelata”;

46.32.20 “Commercio all’ingrosso di carne lavorata e di prodotti a base di carne”.

Per la tipologia di intervento 2: – il soggetto proponente che può presentare domanda di sostegno è un imprenditore agricolo o una impresa operante nella lavorazione delle carni il cui Codice Ateco prevalente sia uno dei seguenti:

47.22.00 “commercio al dettaglio di carni e di prodotti a base di carne”;

46.32.10 “commercio all’ingrosso di carne fresca, congelata e surgelata”;

46.32.20 “Commercio all’ingrosso di carne lavorata e di prodotti a base di carne”;

47.81.03 “Commercio al dettaglio ambulante di carne”,

avente sede legale o operativa nell’area del GAL Alto Molise in grado di dimostrare il possesso o la disponibilità dell’immobile, in cui effettuare gli interventi, in uno dei Comuni riportati di seguito. 

Per la tipologia di intervento 3: – il soggetto proponente che può presentare domanda di sostegno è un imprenditore agricolo, in grado di dimostrare il possesso o la disponibilità dei terreni in cui effettuare gli interventi, in uno dei Comuni riportati di seguito.

Possono essere ammessi a finanziamento gli interventi ricadenti nell’ambito territoriale del GAL Alto Molise, in particolare nei Comuni di:

  • Agnone Belmonte del Sannio
  • Capracotta
  • Carovilli
  • Castel del Giudice
  • Castelverrino
  • Chiauci
  • Civitanova del Sannio
  • Forlì del Sannio
  • Pescolanciano
  • Pescopennataro
  • Pietrabbondante
  • Poggio Sannita
  • Rionero Sannitico
  • Roccasicura
  • San Pietro Avellana
  • Sant’Angelo del Pesco
  • Vastogirardi

Tipologia di interventi ammissibili

Tipologia 1: progetto collettivo di organizzazione della filiera della carne di fauna selvatica; 

Tipologia 2: sostegno alla realizzazione di un centro di sosta o raccolta di selvaggina abbattuta;

Tipologia 3: realizzazione di recinzioni e sistemi alternativi per garantire una coesistenza tra la fauna selvatica e le attività produttive agro-silvo-pastorali.

Entità e forma dell’agevolazione

Tipologia 1: quota di contributo minimo e massimo concedibile a fondo perduto, rispettivamente nella misura di € 25.000 e € 32.0000. Il livello di aiuto previsto è pari al 100% della spesa ammissibile.

Tipologia 2: quota di contributo minimo e massimo concedibile a fondo perduto, rispettivamente nella misura di € 10.000 e € 18.0000. Il livello di aiuto previsto è pari al 60% della spesa ammissibile.

Tipologia 3: quota di contributo minimo e massimo concedibile a fondo perduto, rispettivamente nella misura di € 1.000 e € 5.0000. Il livello di aiuto previsto è pari al 100% della spesa ammissibile.

Scadenza

Il termine per la presentazione delle domande è il 16/11/2020.