POR FSE 2014/2020. Obiettivo 9.1. Provincia autonoma di Bolzano. Finanziamento a fondo perduto pari al 100% per interventi di innovazione sociale. Annualità 2021/2022.

 

L’Avviso è finalizzato al finanziamento e alla realizzazione di progetti sperimentali di innovazione sociale, volti allo sviluppo e all’attuazione di soluzioni innovative in grado di soddisfare un bisogno sociale in maniera più efficace rispetto alle alternative esistenti e, allo stesso tempo, di creare o rafforzare relazioni o collaborazioni tra soggetti del settore pubblico, del Terzo Settore e del privato, mirando ad ottenere un vero e proprio miglioramento sociale che sia in grado di generare un impatto rilevante e durevole sul territorio. 

Soggetti beneficiari

Possono presentare progetti a valere sul presente Avviso i seguenti soggetti:

–  Pubbliche amministrazioni della Provincia autonoma di Bolzano;

–  Gli enti del Terzo settore

Gli enti del Terzo settore devono aver maturato una documentata esperienza almeno biennale in attività di presa in carico ed erogazione di servizi analoghi a quelle del presente Avviso, con riferimento a categorie di destinatari con caratteristiche analoghe a quelli oggetto dell’intervento proposto.

Nel caso di ATS/PPP possono far parte anche Università o Enti di ricerca selezionati in qualità di enti preposti al monitoraggio e alla valutazione del progetto e dei risultati conseguiti. Tali enti non possono svolgere alcun altro ruolo all’interno del progetto.

Nel caso in cui il progetto preveda una o più tra le seguenti tipologie attuative:

 

–          Formazione d’aula/laboratorio;

–          Formazione individualizzata;

–          Orientamento di gruppo;

–          Orientamento individuale;

–          Supporto personale e formativo;

–          Accompagnamento sul lavoro;

 

nella partnership di progetto deve essere obbligatoriamente coinvolto in qualità di partner attuativo almeno un ente di formazione già accreditato o che abbia presentato domanda di accreditamento entro la scadenza del presente Avviso ai sensi della normativa provinciale per l’Accreditamento (DGP n. 301/2016). In quest’ultimo caso la conclusione della procedura di accreditamento dovrà avvenire in ogni caso entro la data di avvio delle attività progettuali.

Tipologia di interventi ammissibili

Il presente Avviso finanzia progetti che prevedano la progettazione e l’erogazione sperimentale di servizi sociali innovativi finalizzati all’integrazione sociale e sanitaria, lavorativa e abitativa di persone vulnerabili o svantaggiate, nel percorso verso l’autonomia e l’inclusione nella società. Trattandosi di progetti sperimentali di innovazione sociale, dovranno soddisfare uno o più dei seguenti criteri:

 

–  proporre soluzioni innovative (in termini di prodotti, servizi o modelli) a bisogni sociali esistenti e urgenti;

–  essere più efficaci delle soluzioni esistenti, ove già presenti;

–  essere in grado di ottenere un risultato sociale, che non si limiti alla creazione di valore ma generi un vero e proprio miglioramento sociale e sistemico;

–  avere un approccio al bisogno sociale multidisciplinare e integrato, prevedendo la contaminazione fra aree, discipline, nonché – ove possibile – fra innovazione sociale e innovazione tecnologica;

–  avere una dimensione collettiva, da ottenere mediante la creazione di nuove modalità di decisione e azione basate su forme di coordinamento e collaborazione tra i diversi stakeholder;

–  incentivare la co-produzione e la co-creazione di soluzioni, attraverso modalità di coinvolgimento diretto degli utenti finali nella progettazione e nell’implementazione degli interventi.

I progetti finanziati sul presente Avviso devono obbligatoriamente prevedere due momenti, tra loro integrati e complementari:

Prima accoglienza, nella misura massima del 20% della durata totale del servizio;

Erogazione dei servizi, da definire e strutturare in relazione ai criteri sopra descritti per l’innovazione sociale, con la previsione di azioni di prevenzione del disagio e assistenza e/o azioni di empowerment per l’attivazione di percorsi di autonomia.

Per l’erogazione dei servizi sono ammesse le seguenti tipologie di attività:

 

  • Consulenza e assistenza di gruppo e/o individuale;
  • Formazione in aula/laboratorio;
  • Formazione individualizzata;
  • Orientamento di gruppo;
  • Orientamento individuale;
  • Supporto personale e formativo (nella misura massima del 20% della durata progettuale);
  • Accompagnamento sul lavoro.

Sono ammessi altresì servizi di assistenza ai minori, diversamente abili e servizi di mediazione. Questi potranno svolgersi in parallelo alle altre attività previste nell’intervento.

Le attività di consulenza e assistenza rappresentano l’ossatura di base dei progetti finanziati a valere sul presente Avviso.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse disponibili per la realizzazione degli interventi di cui al presente avviso ammontano a complessivi € 2.500.000,00.

Il finanziamento concedibile è pari al 100% del costo complessivo del progetto.

Per gli interventi a valere sul presente Avviso il costo ora/servizio (importo pubblico/durata totale del servizio) massimo ammissibile è pari a Euro 180,00.

In ogni caso, nessun progetto può superare l’importo pubblico complessivo di Euro 450.000,00.

Scadenza

I soggetti proponenti possono presentare progetti fino alle ore 12:00 del 15 ottobre 2021.