POR FSE 2014/2020. Intervento 8.i. Finanziamento a fondo perduto per il sostegno alla creazione di impresa nei Comuni esclusi dalle aree di crisi ed in quelli ricadenti ricadenti nella Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI) e negli ITI URBANI.

 

L’obiettivo dell’intervento è pertanto quello di generare nuove realtà economiche e nuove opportunità occupazionali, dando continuità alle azioni già intraprese dal 2016 al 2020 a sostegno all’avvio di nuove iniziative imprenditoriali, in grado di contribuire allo sviluppo e alla diversificazione del sistema produttivo regionale e ad incrementare i livelli occupazionali.

 

Le aree oggetto dell’intervento sono:

 

  1. ITI Urbano Ancona 
  2. ITI Urbano Macerata
  3. ITI Urbano Ascoli Piceno
  4. ITI Urbano Pesaro-Fano.
  5. Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI ALTO MACERATESE) comprendente i seguenti comuni:

 

  • Bolognola, Cessapalombo, Castelsantangelo sul Nera, Fiastra, Gualdo, Monte Cavallo, Monte San Martino, Muccia, Penna San Giovanni, Pieve Torina, San Ginesio,  Sant’Angelo in Pontano, Sarnano, Serravalle di Chienti, Ussita, Valfornace, Visso.

Soggetti beneficiari

I soggetti che possono presentare domanda di finanziamento devono soddisfare le seguenti caratteristiche, al momento della presentazione della domanda di finanziamento:

 

 

  • risiedere in uno dei Comuni;
  • essere disoccupati iscritti al CPI (Centro per l’impiego) dei comuni sopra indicati;
  • essere maggiorenni.

Tipologia di interventi ammissibili

Saranno finanziate esclusivamente le nuove imprese, o i nuovi studi professionali, singoli e/o associati e/o liberi professionisti, che abbiano, sede legale e/o operativa nel territorio di uno dei Comuni sopra indicati (è in ogni caso indispensabile che l’impresa beneficiaria, al momento della liquidazione del contributo, abbia almeno una sede operativa in uno dei Comuni elencati nell’avviso) e che si costituiscono (per costituzione si intende l’apertura della Partita iva) dopo la pubblicazione del presente Avviso Pubblico sul BURM e dopo la presentazione della domanda di contributo da parte del richiedente.

 

Per quanto riguarda gli studi professionali, singoli o associati, e i liberi professionisti, per sede operativa si intende il luogo di esercizio dichiarato come sede legale.

 

Possono essere ammesse a contributo:

 

 1. Imprese (anche individuali):

  • costituite (attribuzione di partiva IVA) in data successiva a quella di pubblicazione dell’Avviso pubblico sul BURM e dopo la presentazione della domanda di contributo;
  • iscritte alla Camera di Commercio, con apertura posizione INPS e INAIL, e che abbiano presentato Comunicazione di inizio attività (l’inizio attività può avvenire anche successivamente all’accettazione, ma prima della richiesta di liquidazione della prima tranche della liquidazione).
  • aventi, al momento dell’erogazione del contributo, almeno la sede operativa, nel territorio di uno dei Comuni indicati nel bando;
  • i cui soci siano esclusivamente persone fisiche.
  • che soddisfino, nel caso di imprese, i criteri dei regolamenti delle PMI;

 

2 Studi Professionali, Singoli e/o Associati e/o Liberi professionisti

intesi come singole realtà organizzative, nelle quali un numero di persone fisiche pari o superiori ad uno, gestiscono anche in forma associata, a prescindere dalla forma giuridica adottata, un’attività economica:

 

  • che acquisiscono la partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate competente per territorio in data successiva alla pubblicazione dell’Avviso Pubblico sul BURM e dopo la presentazione della domanda di contributo.
  • aventi, al momento dell’erogazione del contributo, almeno la sede  operativa nel territorio di uno dei Comuni di cui sopra;
  • i cui soci siano esclusivamente persone fisiche.

 

Si precisa che per la verifica di “nuova impresa” fa fede la data di iscrizione al Registro Imprese presso la Camera di Commercio competente per territorio (non è sufficiente l’indicazione del solo numero d’iscrizione al R.E.A. Repertorio Economico Amministrativo). 

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse complessive destinate all’intervento sono pari ad € 2.914.500,00 suddivise nel seguente modo:

 

  • Euro 270.000,00 destinate a nuove imprese nei Comuni ricadenti nei Comuni di cui alla Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI ALTO MACERATESE)
  • 1.044.500,00  destinate a nuove imprese ricadenti negli  ITI URBANI (Ascoli Piceno, Ancona, Macerata, Fano-Pesaro) .
  • Euro 1.600.000,00 destinate alle nuove imprese ricadenti nei Comuni fuori dalle aree di crisi.

 

Ciascun richiedente può accedere, al massimo, a n. 1 (uno) finanziamento per un importo massimo di euro 35.000,00.

Scadenza

Presentazione delle domande dal 12 Febbraio 2021 (dopo la pubblicazione dell´avviso sul BURM dell´ 11 Febbraio 2021 fino al 31 marzo 2021, per proseguire con le successive finestre mensili (fine mese) fino alla scadenza del 31.07.2021, salvo esaurimento delle risorse prima della scadenza stabilita.