POR FSE 2014/2020. Azione 8.4 B e 8.4 C. Finanziamento a fondo per la presentazione di progetti mirati al reinserimento sociale e lavorativo delle donne con pregresso carcinoma mammario.

 

La finalità del presente bando è quella di sperimentare lo sviluppo di attività e servizi in grado di garantire ai soggetti destinatari una migliore gestione della patologia e delle relazioni in ambito familiare, sociale e nel mondo del lavoro, generando un reale impatto positivo nei confronti della vita sociale e lavorativa delle donne con pregresso carcinoma mammario.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di finanziamento esclusivamente i partenariati costituiti nella forma di Associazione Temporanea di Impresa o di Scopo (ATI/ATS).

I componenti del partenariato, debbono essere soggetti pubblici o privati aventi comprovata e qualificata esperienza in attività e servizi, soprattutto in campo medico, nell’ambito di ricerche e progetti per il miglioramento della qualità di vita delle donne, con particolare riferimento a: Università, Enti di ricerca, ASUR, Associazioni, Fondazioni.


I soggetti destinatari delle azioni previste sono donne maggiorenni residenti o domiciliate nella regione Marche, con pregresso carcinoma mammario.

Tipologia di interventi ammissibili

Le proposte progettuali dovranno prevedere soluzioni innovative che rispondano ai nuovi bisogni delle donne con pregresso carcinoma mammario, e dovranno essere finalizzate al miglioramento della loro vita sociale e lavorativa. Le attività previste nel progetto devono mirare alle seguenti finalità:

 

• realizzare un percorso integrato costruito sulla base delle caratteristiche e delle esigenze delle potenziali beneficiarie con patologia di pregresso carcinoma mammario);

• attuare azioni di politiche attive del lavoro, di inserimento o reinserimento lavorativo da attuarsi durante il percorso realizzato nella prima fase

• prevedere una valutazione finale degli obiettivi di miglioramento della qualità della vita delle persone con tali patologie.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse complessive destinate all’intervento sono pari ad Euro 750.000,00, ripartiti secondo il seguente cronogramma:

2021 euro 337.000,00;

2022 euro 413.000,00.

 

Ciascuna ATI/ATS può accedere, al massimo, a n. 1 (uno) finanziamento per un importo massimo di euro 150.000,00.

Non possono comunque essere presentati progetti di importo inferiore ad euro 75.000,00 (importo minimo).

Scadenza

Le domande potranno essere inviate  a partire dal 10 gennaio 2021 e non oltre il termine perentorio del 31.03.2021.