POR FESR 2014/2020. Quinto bando. Intervento 3.1.A.1. Finanziamento a fondo perduto fino al 70% per la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici scolastici.

 

Sul BUR del 3.03.2021, numero 9, a pagina 213, è stato pubblicato il bando che disciplina i criteri per la realizzazione di progetti di investimento nell’ambito dell’intero territorio regionale finalizzati a ridurre i consumi energetici negli edifici scolastici pubblici.

Soggetti beneficiari

I beneficiari sono gli enti pubblici del Friuli Venezia Giulia.

Tipologia di interventi ammissibili

Il presente bando finanzia solo progetti riferiti a edifici scolastici costruiti prima degli anni 1980.

Sono ammissibili i progetti di manutenzione straordinaria o di ristrutturazione degli edifici scolastici che prevedono o comprendono le seguenti tipologie di intervento:

– Edili e affini:

• coibentazione interna, esterna o nella intercapedine di pareti perimetrali

• coibentazione interna, esterna o nella intercapedine della copertura

• coibentazione di solai e pareti verso locali non riscaldati o verso il terreno

• sostituzione di serramenti e infissi

• installazione di sistemi schermanti a protezione di superfici vetrate con esclusione di quelle orientate a nord-est, nord, nord-ovest

• altre opere edili ed affini di ripristino strettamente connesse alla realizzazione dell’intervento di efficientamento energetico.

 

– Impianti:

 

• implementazione di materiali, dispositivi e prodotti per il miglioramento dei rendimenti di distribuzione ed emissione

• sostituzione generatori di calore con sistemi e componenti ad alta efficienza, con esclusione di quelli alimentati a combustibili solidi limitatamente alle aree non montane

• integrazione degli impianti esistenti o loro sostituzione con impianti di energia rinnovabile con esclusione di quelli alimentati a combustibili solidi limitatamente alle aree non montane

• implementazione di sistemi di termoregolazione e/o di contabilizzazione del calore 

• installazione di sistemi per la ventilazione meccanica controllata

• implementazione di sistemi di illuminazione a basso consumo e di sensori di controllo

• implementazione di sistemi per la gestione e regolazione intelligente degli impianti

• implementazione di sistemi per la gestione e il monitoraggio energetico degli edifici, anche in remoto

• realizzazione e/o implementazione di altri eventuali impianti innovativi finalizzati all’efficientamento energetico dell’edificio.

• implementazione di sistemi per la gestione e regolazione intelligente degli impianti

• implementazione di sistemi per la gestione e il monitoraggio energetico degli edifici, anche in remoto

• realizzazione e/o implementazione di altri eventuali impianti innovativi finalizzati all’efficientamento energetico dell’edificio.

 

La domanda di contributo deve essere riferita ad un solo progetto per gli Enti sotto i 15.000 abitanti, ad un massimo di due progetti per gli Enti tra i 15.000 e i 30.000 abitanti, ad un massimo di tre progetti per gli Enti sopra i 30.000 abitanti e deve interessare, per ogni singola domanda, un solo edificio, così come identificato dall’anagrafe dell’edilizia scolastica.

 

Sono ammissibili a contributo le seguenti categorie di spesa, riferite direttamente ai progetti da attuare:

a) lavori in appalto

b) oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso

c) lavori non in appalto

d) spese tecniche per progettazione e studi

e) spese tecniche di direzione lavori, sicurezza in fase di esecuzione e di collaudo;

f) spese per consulenze

g) imprevisti

h) IVA sui lavori e sugli oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso

i) IVA residua (per spese tecniche e per consulenze)

j) accantonamenti di legge e indennizzi per interruzione pubblici servizi.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria del bando è pari a € 970.862,13.

La spesa minima ammissibile dell’intervento afferente all’efficientamento energetico è pari a 150.000,00 euro.

contributi per la realizzazione dei progetti di investimento per efficientamento energetico descritti sono concessi nella forma di aiuto a fondo perduto nella misura massima:

 

– del 70% della spesa ritenuta ammissibile, in caso di accesso al Conto termico 2.0;
– del 50% negli altri casi.

Scadenza

Le domande possono essere presentate dalle ore 9.00 del 09/03/2021 alle ore 13.00 del 26/03/2021.