POR FESR 2014/2020. Obiettivo 2.c.2.2. Bando Cloud computing e pubblica amministrazione piemontese. Finanziamento a fondo perduto per la digitalizzazione dei processi amministrativi al fine di assicurare l’interoperabilità delle banche dati pubbliche.

 

Finalità dell’iniziativa, secondo i principi contenuti nel Piano triennale per l’informatica nella pubblica amministrazione promosso da AGID ed approvato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, è l’implementazione e la messa a disposizione di una piattaforma cloud a titolarità pubblica che consenta il dispiegamento di applicazioni “cloud native” o acquisite dal mercato o da accordi di riuso, nonché la facilitazione di un ecosistema di servizi fruibili e generabili da ciascun soggetto che opera all’interno della piattaforma.

Soggetti beneficiari

Possono partecipare Comuni, Unioni di Comuni e forme di Convenzione tra Comuni. La manifestazione di interesse deve essere presentata dal legale rappresentante del Comune singolo o del Comune capofila della Convenzione o dell’Unione di Comuni, secondo i criteri dell’avviso.

Tipologia di interventi ammissibili

Le Amministrazioni comunali che ne faranno richiesta potranno beneficiare di servizi per migrare sul cloud regionale i propri applicativi e mettersi in regola con i piani nazionali di razionalizzazione dei data center pubblici e con il piano triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è pari ad euro 5.000.000,00.

La misura regionale finanzierà interamente i costi di migrazione sul cloud della parte applicativa, mentre i canoni annui di servizio saranno a carico del Comune. 

Scadenza

Le domande devono essere inviate a partire dalle ore 9:00 del 2 febbraio 2021 alle ore 17:00 del 30 aprile 2021.