POR FESR 2014/2020. Azione 6.2.1.B. Finanziamento a fondo perduto fino al 100% per servizi in cloud per la smart continuity, disaster recovery e per favorire lo smart working nelle P.A. del territorio.

 

Con il presente bando la Regione MArche assicura il supporto agli Enti del territorio marchigiano, tramite l’erogazione di un contributo, per la predisposizione dei propri sistemi applicativi nell’ottica dell’utilizzo dei servizi regionali in cloud per la business continuity ed il disaster recovery attraverso tecnologie open source.

Soggetti beneficiari

Sono soggetti beenficiari i Comuni della Regione Marche. 

Tipologia di interventi ammissibili

L’ammissibilità è stabilita in relazione alla coerenza degli obiettivi del progetto con l’Agenda Digitale Marche. 

Gli Enti possono partecipare esclusivamente in forma singola. Ogni Ente può presentare una sola domanda di contributo.

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa : 

  • spese tecniche, nel limite complessivo del 10% del costo del progetto, strettamente legate alla realizzazione degli obiettivi dell’intervento, per: – studi di fattibilità e analisi preliminari giuridiche, economiche, organizzative, di processo in quanto strettamente necessari al conseguimento degli obiettivi del progetto; – attività di analisi e progettazione ICT;  spese per servizi accessori, non necessariamente di natura informatica, nel limite complessivo del 10% del costo del progetto, in quanto spese strettamente necessarie al raggiungimento degli obiettivi dell’intervento, (ad esempio costi di traduzione di contenuti digitali, di animazione delle community virtuali, di redazione e data-entry), finalizzate all’avvio, all’esercizio, alla personalizzazione, alla contestualizzazione, al pieno dispiegamento, alla diffusione dell’utilizzo dei sistemi realizzati o acquisiti fino alla conclusione del progetto.
  • assistenza tecnico-informatica software/hardware e servizi infrastrutturali, applicativi, sistemistici, di elaborazione dati, di laboratorio e di sperimentazione tecnologica, acquisizione o adeguamento di componenti hardware funzionali al progetto (ad esempio appliance/server che forniscono il servizio di VPN site2site per consentire l’utilizzo in “LAN” dei servizi collocati presso Regione Marche), software, basi dati e contenuti digitali, necessari al conseguimento degli obiettivi dell’intervento.

L’IVA è ammissibile solo se realmente e definitivamente sostenuta dal Beneficiario finale.

Sono considerate ammissibili le spese effettivamente sostenute dal 30/06/2019. Per i progetti iniziati e non conclusi prima della presentazione della proposta progettuale verranno considerate ammissibili le spese effettivamente sostenute da tale data.

Entità e forma dell’agevolazione

Il costo totale del progetto presentato a valere sul presente bando non deve essere inferiore ad € 5.000.

L’entità massima del contributo pubblico è pari al 100% del costo ammissibile. L’importo complessivo del contributo concesso al singolo Comune non può superare € 15.000.

Scadenza

La scadena per la presentazione delle domande è alle ore 13 del 28/09/2020.