POR FESR 2014/2020. Azione 3.B.1.2. Contributo a fondo perduto fino al 70% per la partecipazione delle MPMI alle fiere internazionali in Lombardia.

 

Il presente bando è promosso in attuazione dell’Azione III.3.b.1.2 del Programma Operativo Regionale (POR) 2014-2020 di Regione Lombardia finanziato tramite il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, finalizzata alla creazione di occasioni di incontro tra imprenditori italiani ed esteri, per l’attrazione di investimenti, la promozione di accordi commerciali e altre iniziative attive di informazione e promozione rivolte a potenziali investitori esteri. 

Il presente bando sostituisce, per le domande presentate a partire dalla data del 15/09/2020, la precedente versione del bando.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda per il presente bando le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) in possesso dei seguenti requisiti:

a) Essere MPMI;

b) Essere iscritte al Registro delle Imprese e risultare attive;

c) Non essere attive nel settore della fabbricazione, trasformazione e commercializzazione del tabacco e dei prodotti del tabacco.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili progetti che prevedano la partecipazione dell’impresa richiedente a una o più fiere con qualifica internazionale, inserite nel calendario fieristico regionale, approvato annualmente con decreto di Regione Lombardia, che si svolgano in Lombardia.

Ogni domanda può prevedere la partecipazione ad una o a più fiere, intese come fiere distinte o diverse edizioni della stessa fiera.

Qualora il progetto preveda la partecipazione a più di una fiera, l’intensità di aiuto massima riconosciuta sarà maggiore. 

È ammessa solo la partecipazione come espositore diretto, titolare dell’area espositiva. Non è ammessa la partecipazione come co-espositore o impresa rappresentata.

I progetti devono afferire alla sede operativa ubicata in Lombardia oggetto di intervento.

Sono ammissibili le fiere che abbiano data di inizio nel periodo compreso tra il 1° settembre 2020 e il 31 dicembre 2022. Il termine ultimo per la realizzazione delle attività, il sostenimento delle spese e la rendicontazione da parte del beneficiario è il 31 marzo 2023. Rispetto a tale termine ultimo non possono essere concesse proroghe.

Spese ammissibili: 

1) Costi per la partecipazione alla fiera, quali:

a. Affitto area espositiva

b. Quote di iscrizione, quote per servizi assicurativi e altri oneri obbligatori previsti dalla manifestazione

c. Allestimento stand

d. Allacciamenti (energia elettrica, acqua, internet, ecc.) e pulizia stand

e. Iscrizione al catalogo della manifestazione

f. Hostess e interpreti impiegati allo stand

2) Consulenze propedeutiche alla partecipazione alla fiera e consulenze per la gestione dei follow up e spese di comunicazione relative alla fiera (massimo 20% della voce di spesa 1), ed in particolare:

Consulenze:

a. Progettazione dello stand

b. Ricerca partner e organizzazione di incontri in fiera

c. Consulenze relative a: contrattualistica con l’estero, dogane e fiscalità estera, pagamenti e trasporti internazionali.

Spese di comunicazione:

d. Brochure e materiali promozionali, anche in forma digitale

e. Pubblicità e marketing in fiera e sui canali online

3) Costi di personale (riconosciuti in maniera forfettaria nella misura del 20% delle voci di spesa 1 e 2) 4) Costi generali (riconosciuti in maniera forfettaria nella misura del 7% delle voci di spesa 1, 2 e 3).

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria messa a disposizione per il presente bando è pari alla differenza tra la dotazione prevista dal bando di cui al decreto 15407 del 28/10/2019, pari a € 4.200.000,00 e l’importo delle risorse già assegnate e da assegnare, fino a chiusura dello sportello relativo al bando precedente, chiuso in data 14/09/2020. Le risorse sono stanziate nell’ambito dell’Asse III Azione III.3.b.1.2 del POR FESR 2014-2020. All’interno della dotazione del presente bando sopra indicata, è prevista una riserva fino a massimo € 700.000, se disponibili, destinata al finanziamento delle domande presentate da “Nuovi espositori”. La riserva è in vigore fino al 30 giugno 2021. 

Le agevolazioni di cui al presente bando sono concesse nella forma del contributo a fondo perduto.

Non saranno ammissibili progetti con spese inferiori a € 6.000.

L’agevolazione è concessa in percentuale delle spese ammissibili, secondo il seguente dettaglio:

1) Nuovi espositori Laddove l’impresa richiedente, relativamente a tutte le fiere indicate nel progetto, non abbia partecipato:

• nelle precedenti 3 edizioni, per le fiere con cadenza annuale o inferiore;

• nelle precedenti 2 edizioni, per le fiere con cadenza biennale o superiore;

l’agevolazione è concessa fino a un massimo di € 15.000, con la seguente intensità di aiuto:

• 50% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione ad una sola fiera;

• 60% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione a due o più fiere, incluse diverse edizioni della stessa fiera.

2) Espositori abituali Laddove l’impresa richiedente, relativamente ad almeno una delle fiere indicate nel progetto, abbia già partecipato almeno una volta nelle precedenti 2 o 3 edizioni, a seconda della cadenza della fiera, l’agevolazione è concessa fino a un massimo di € 10.000, con la seguente intensità di aiuto:

• 40% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione ad una sola fiera;

• 50% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione a due o più fiere, incluse diverse edizioni della stessa fiera.

3) Premialità L’intensità di aiuto massima concedibile, sia nel caso di nuovi espositori che di espositori abituali, è incrementata di:

• +5%, in caso di microimpresa;

•+5%, in caso di startup (impresa iscritta al Registro Imprese e attiva da non più di 24 mesi).

L’intensità di aiuto massima concedibile risulta pertanto pari al 70% delle spese ammissibili per i nuovi espositori e al 60% per gli espositori abituali.

Scadenza

Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 10 del 15 settembre. Bando fino a esaurimento fondi.