POR FESR 2014/2020. Azione 3.3.2. Finanziamento a fondo perduto a sostegno delle produzioni audiovisive.

 

Il bando si propone supportare lo sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione di identificati attrattori culturali e naturali del territorio, anche attraverso l’integrazione tra imprese delle filiere culturali, turistiche, creative e dello spettacolo, e delle filiere dei prodotti tradizionali e tipici.

 

Il bando si propone di attrarre imprese di produzione audiovisiva indipendenti, nazionali e internazionali, per la produzione di opere audiovisive sul territorio della Liguria.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese in forma singola o associata. Nello specifico possono partecipare imprese di produzione audiovisiva, cinematografica e televisiva italiane europee o extraeuropee:

– che esercitino attività prevalente di produzione cinematografica e audiovisiva, in possesso del codice ATECO 2007 59.11.00, attive, iscritte al registro delle imprese se italiane, o la classificazione equivalente NACE Rev. 2 “59.11”, se aventi sede in uno dei Paesi dell’Unione Europea e che come tali siano iscritte nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio o Ente omologo in uno dei Paesi dell’Unione Europea;

– che siano produttori indipendenti;

– in possesso di un contratto di distribuzione fra le parti sottoscritto con un distributore cinematografico/broadcaster (contratti di distribuzione, deal memo o lettera di impegno per la distribuzione o un contratto di pre-acquisto o coproduzione o di attivazione con un broadcaster o una piattaforma SVOD o VOD. Non si considera soddisfatto questo requisito tramite la presentazione di sola lettera di interesse);

– che dimostrino con credit ufficiali pregressa esperienza nella produzione audiovisiva.

Tipologia di interventi ammissibili

Le iniziative ammissibili riguardano la produzione di opere audiovisive realizzate da imprese italiane, europee o extraeuropee e destinate alla distribuzione nazionale e internazionale, che realizzino almeno 6 giornate di lavorazione sul territorio regionale e che soddisfino uno dei seguenti criteri:

– realizzare almeno il 20% dei giorni di riprese sul territorio ligure o

– effettuare almeno il 20% della spesa preventivata sul territorio ligure. 2. Sono ammesse le seguenti tipologie di progetti:

– Lungometraggi (durata superiore a 75 minuti);

– Serie TV (durata superiore a 100 minuti). Ciascuna delle tipologie sopra indicate può essere realizzata, sia parzialmente che integralmente, con tecniche di animazione e può avere carattere di finzione o di documentario.

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa che concorrono al costo di produzione, effettivamente sostenute nel territorio ligure:

 

– compensi per personale residente in Liguria, impiegato nella realizzazione del progetto;

– beni di consumo non durevoli acquisiti/noleggiati da fornitori con sede legale/operativa in Liguria;

– beni durevoli acquisiti/ noleggiati da fornitori con sede legale/operativa in Liguria (i costi dei beni acquisiti sono riconosciuti nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto; sono considerati ammissibili unicamente i costi di ammortamento corrispondenti alla durata del progetto);

– le spese relative a prestazioni effettuate dai titolari, dai soci e da tutti coloro che ricoprono cariche sociali nell’impresa richiedente, se residenti in Liguria, purché dalla documentazione contabile si evinca che sono riferite ad una specifica attività del progetto;

– costi per permessi autorizzazioni;

– costi indiretti (nel limite massimo del 15% dei costi di personale);

– spese sostenute per strutture ricettive localizzate in Liguria, fino a un massimo del 10% delle spese ammissibili.

Entità e forma dell’agevolazione

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto fino a € 120.000. La percentuale del contributo varia dal 35% al 60% in relazione al punteggio ottenuto.

Scadenza

Le domande possono essere presentate dal 20 al 23 ottobre 2020.