POR FESR 2014/2020. Azione 3.2.1. Finanziamento a fondo perduto fino al 60% a favore delle MPMI del sistema turistico campano o colpite dalla crisi generata dal COVID 19.

 

Il bando intende ostenere interventi volti alla digitalizzazione, innovazione di processo e/o di prodotto, riposizionamento competitivo delle strutture ricettive e degli operatori dell’intermediazione dell’offerta turistica regionale, per stimolare la ripresa del turismo nel territorio regionale e generare conseguenti impatti positivi in termini di rilancio dell’economia e dell’occupazione.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal presente Avviso le Micro, Piccole o Medie Imprese (MPMI) indipendentemente dalla loro forma giuridica, operanti quali “esercizi ricettivi” o “operatori dell’intermediazione turistica regionale.

Le imprese devono operare in forma imprenditoriale ed avere uno dei seguenti codici di attività Ateco 2007:

– 55.10.0 Alberghi.
– 55.20 Alloggi per Vacanze e Altre Strutture per Brevi Soggiorni

  • 55.20.1 Villaggi turistici
  • 55.20.2 Ostelli della gioventù
  • 55.20.3 Rifugi di montagna
  • 55.20.4 Colonie marine e montane
  • 55.20.5 Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence, alloggio connesso alle aziende agricole

– 55.30.0 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte.
– 79.11.00 Attività delle agenzie di viaggio.
– 79.12.00 Attività dei tour operator.
– 79.90.19 Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca.

Le imprese devono avere un’unità operativa in Campania.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili al presente Avviso gli interventi relativi alle seguenti tipologie:

 

A) Digitalizzazione, innovazione di processo e di prodotto, attraverso:

 

I. Acquisizione di strumentazione informatica aggiornata e applicazioni digitali; creazione/ottimizzazione della rete di informazioni e processi in azienda; sistemi digitali per la raccolta, analisi e conservazione dei dati aziendali;

II. Introduzione in azienda di innovazioni tecnologiche, organizzative, di processo e di prodotto caratterizzate da originalità e complessità progettuale;

III. Miglioramenti significativi di prodotti/servizi turistici esistenti o di processi produttivi e tecnologie consolidate.

 

B) Promozione e comunicazione, attraverso interventi diretti a promuovere e valorizzare l’offerta turistica sui mercati di prossimità, nazionali e internazionali, in coerenza con il posizionamento turistico regionale e con l’offerta esperienziale del territorio;

C) Misure anti COVID, per l’ottimizzazione dei processi gestionali, organizzativi e di erogazione dei servizi, nell’ottica di aumentare la produttività, la salute e la sicurezza degli operatori e dei lavoratori; Misure volte a garantire la tutela della salute dei turisti nell’erogazione dei servizi. Possono beneficiare dell’agevolazione solo le proposte progettuali con “avvio” successivo alla data di presentazione della domanda di agevolazione da parte dei Soggetti proponenti. Si specifica che la data di “avvio” è quella relativa alla data di sottoscrizione del primo contratto/ordinativo dei beni da acquistare o contratto/lettera d’incarico per i servizi di consulenza riferito alla proposta progettuale. Nel caso di progetti presentati da consorzi, società consortili o reti di imprese, gli stessi devono riguardare e coinvolgere tutte le imprese aderenti.

 

Per la realizzazione degli interventi agevolabili di cui al precedente paragrafo, sono ammissibili le spese relative all’acquisto di attivi materiali e immateriali rientranti nelle seguenti categorie:

 

A. Spese di progettazione, direzioni lavori e collaudo (connesse alle opere edili/murarie di cui alla lettera B), studi di fattibilità economico-finanziaria, spese di fidejussione;

B. Opere edili/murarie e di impiantistica, funzionali all’adeguamento delle strutture alle norme anti-Covid, alla riduzione delle barriere architettoniche, al miglioramento dell’efficienza energetica e all’installazione di attrezzature, impianti, macchinari e arredi;

C. Acquisizione di attrezzature ed arredi, impianti, macchinari, hardware, mezzi di trasporto nuovi di fabbrica;

D. Servizi reali, che consentano la risoluzione di problematiche di tipo tecnologico, gestionale, organizzativo, promo-commerciale;

E. Acquisto e sviluppo di software (e-commerce, interfacciamento con esercizi ricettivi, tracciamento azioni cliente, sistemi di loyalty, CRM, customer care digitale, …);

F. Attività di comunicazione e promo commercializzazione digitale e/o off line (attraverso quotidiani di rilevanza nazionale, prodotti audio-video, cartellonistica, brochure, dépliant, ecc.).

Entità e forma dell’agevolazione

L’ammontare complessivo delle risorse destinate al finanziamento del presente Avviso è pari a Euro 15.000.000,00.

Ai fini dell’ammissibilità, gli interventi agevolabili devono prevedere un ammontare di spese ammissibili non inferiori a € 30.000,00.

Le agevolazioni sono concesse nella forma di un contributo in conto capitale a copertura della spesa ammessa nella misura massima del 60% e fino ad un massimo di € 200.000,00.

Scadenza

Invio domande a decorrere dalle ore 10:00 del 1° ottobre 2021 alle ore 10:00 del 2 novembre 2021, salvo chiusura anticipata per esaurimento risorse.