POR FESR 2014/2020. Azione 3.1.1. Finanziamento a fondo perduto a sostegno della liquidità delle imprese per contrastare gli effetti dell’emergenza COVID-19.

 

La Regione Abruzzo ha previsto per le imprese e i lavoratori autonomi operanti sul territorio regionale un contributo a fondo perduto per assicurare una disponibilità immediata alle imprese in grave carenza di liquidità e per preservare la continuità dell’attività economica, a prescindere dalle condizioni di solvibilità delle stesse al momento dell’emergenza, purché non in condizioni di difficoltà alla data del 31 dicembre 2019.

Soggetti beneficiari

a)    le imprese localizzate nella Regione Abruzzo di tutti i settori economici, tranne l’agricoltura, che abbiano conseguito ricavi non superiori a 1 milione di euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso,

oppure

b)    soggetti esercenti attività di lavoro autonomo, tranne i titolari di reddito agricolo in generale, titolari di partita IVA, con compensi non superiori a 120.000,00 euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso,

oppure

c)     agenzie di viaggio contrassegnate dal Codice Ateco 79.1 ed operanti sul territorio regionale.

A condizione che:

1)    per le imprese e i soggetti esercenti attività di lavoro autonomo: l’ammontare dei ricavi o dei compensi relativi al mese di aprile 2020 sia diminuito di almeno un terzo rispetto a quello del mese di aprile 2019.

2)    Per le agenzie di viaggio: il volume d’affari relativo al mese di aprile 2020 sia inferiore di almeno il 33% rispetto a un dodicesimo del volume di affari dell’anno precedente.

Il contributo a fondo perduto non spetta ai soggetti la cui attività risulti cessata alla data del 31 marzo 2020.

Entità e forma dell’agevolazione

Il contributo è determinato applicando sull’ammontare dei ricavi o dei compensi di aprile 2019, le seguenti percentuali:

 a. 15% per le imprese e i lavoratori autonomi con ricavi o compensi fino a euro 120.000,00 nel periodo d’imposta precedente a quello in corso;

b. 7,5% per le sole imprese con ricavi da euro 120.001,00 fino a euro 400.000,00 nel periodo d’imposta precedente a quello in corso;

c. 5,5% per le sole imprese con ricavi superiori a euro 400.001,00 fino a euro 1.000.000,00 nel periodo d’imposta precedente a quello in corso.

 L’ammontare del contributo è riconosciuto per un importo comunque non inferiore a:

a. 750 euro per i lavoratori autonomi;

b. 1000 euro per le imprese.

 

Per le agenzie di viaggio il contributo spetta nella misura fissa di euro 3.000,00.

Scadenza

La piattaforma per la presentazione delle domande è resa disponibile a partire dalle ore 0:00 del 22 luglio 2020 e fino alle ore 24:00 del 30 luglio 2020.