POR FESR 2014/2020. Azione 1.1.2 – sub azione A e B. Finanziamento a fondo perduto per sostenere la microinnovazione digitale delle imprese.

 

Obiettivo del bando è di concedere una sovvenzione a favore delle imprese (e professionisti) per la realizzazione di progetti in attività di innovazione digitale delle MPMI.

In particolare, l’obiettivo perseguito dalla Regione Toscana è di sostenere tramite una sovvenzione le MPMI toscane colpite dalla pandemia Covid 19 che acquisiscono servizi innovativi di supporto ai processi di trasformazione digitale delle imprese, da ricondurre alle tipologie di attività digitali previste nella specifica sezione del Catalogo dei servizi avanzati e qualificati per le imprese toscane indicate nel bando.

Soggetti beneficiari

Micro, piccole e medie imprese, in forma singola o associata quale ATS, ATI, Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto) e Consorzi, nonché professionisti, aventi la sede principale o almeno un’unità locale ubicata nel territorio regionale.

Tipologia di interventi ammissibili

Il progetto innovativo di trasformazione digitale dell’impresa deve prevedere una o più delle seguenti attività:

 

a) acquisizione di servizi di consulenza in materia di innovazione e canoni d’uso di piattaforme software

b) acquisizione di servizi di sostegno all’innovazione compreso i canoni relativi a piattaforme software

c) acquisizione di personale altamente qualificato.

 

I relativi costi sono ammissibili a far data dal 1.2.2020. Sono altresì ammissibili le spese di consulenza per le attestazioni rilasciate dai soggetti iscritti nel registro dei revisori legali.

Entità e forma dell’agevolazione

L’aiuto sarà concesso nella forma di contributo a fondo perduto ed erogati, di norma, nella forma di voucher. Il costo totale del progetto presentato non deve essere: inferiore a Euro 7.500,00 e superiore ad Euro 100.000,00.

Scadenza

In fase di attivazione