PO FSE 2014/2020. Obiettivo 8.1.1. Bando #Destinazione Giovani. Finanziamento a fondo perduto per lo svolgimento di tirocini obbligatori e non obbligatori delle Professioni Ordinistiche.

 

Sul BUR del 6.03.2021, numero 18 speciale, a pagina 19 è stato pubblicato il bando che intende sostenere la formazione e l’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani professionisti sul territorio della Regione Basilicata, attraverso un contributo erogato a titolo di indennità di partecipazione al tirocinio, obbligatorio e non obbligatorio, relativo a professioni ordinistiche, esclusi i tirocini vigilati dal Ministero della Salute.

L’obiettivo è rafforzare le opportunità di accesso alle libere professioni promuovendo e finanziando lo svolgimento di periodi di praticantato obbligatorio o di un’esperienza di tirocinio professionalizzante non obbligatoria per elevare la occupabilità di giovani professionisti e favorirne l’ingresso nel mondo del lavoro. Il tirocinio permette infatti il contatto diretto con il
mondo del lavoro per acquisire competenze e conoscenze specifiche che agevolano le scelte professionali e favoriscono l’ingresso o il reingresso nel mercato del lavoro.

Soggetti beneficiari

Il soggetto ospitante – il professionista, lo studio professionale singolo o in forma associata, dove viene svolto il tirocinio e che presenta domanda di rimborso in favore del tirocinante diventando così beneficiario del presente Avviso – può presentare domanda per un numero massimo di due tirocinanti.

All’atto della presentazione della domanda di partecipazione, il soggetto ospitante deve:

 

  • avere una sede in Regione Basilicata;
  • essere in regola con le normative

 

Il tirocinante deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

 

  • avere un’età non superiore a 34 anni compiuti
  • essere residente o domiciliato in Regione Basilicata ed essere disoccupato
  • non aver avuto né avere in corso un rapporto di lavoro autonomo, subordinato o parasubordinato con il soggetto ospitante
  • per le professioni in cui è previsto il tirocinio obbligatorio, essere iscritto al registro dei praticanti presso un Ordine o Collegio professionale della Regione Basilicata
  • non essere ancora iscritto all’Ordine/Collegio/Albo al quale il tirocinio si riferisce, né aver superato l’esame di stato per l’iscrizione allo stesso

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è pari ad euro 1.00.000,00.

Per la frequenza al percorso di tirocinio, è riconosciuta dalla Regione un contributo, a titolo di indennità di partecipazione pari ad euro 450 euro mensili lorde per un periodo massimo di 6 mesi.

Il contributo è comprensivo di ogni onere a carico del Soggetto ospitante che opererà da Sostituto d’imposta con riferimento al trattamento delle indennità di tirocinio erogate al destinatario come redditi assimilabili a quelli di lavoro dipendente.

Il contributo regionale è anticipato mensilmente dal soggetto ospitante e allo stesso viene rimborsato dalla Regione al termine di ogni bimestre o al termine del periodo di riferimento.

Al fine del corretto trattamento del contributo il soggetto ospitante è tenuto al riconoscimento per intero solo nel caso di frequenza, per ciascun mese, di almeno il 70% delle ore previste dal percorso di formazione in tirocinio; qualora la partecipazione al tirocinio su base mensile fosse inferiore a tale percentuale, il soggetto ospitante provvederà a riconoscere il contributo in misura proporzionale all’effettiva presenza. Il tirocinante, al fine di documentare le ore di attività svolte, firma i registri di presenza unitamente al soggetto ospitante.

Il contributo potrà essere concesso anche per periodi inferiori sempre che il Tirocinio abbia una durata minima di due mesi.

Scadenza

Le domande possono essere presentate all’interno delle seguenti finestre temporali:

 

  1. dal 1/04/2021 al 1/06/2021
  2. dal 1/09/2021 al 01/11/2021.