PO FEAMP. Misura 1.33.1.D. Finanziamento a fondo perduto pari al 100% per compensare l’arresto temporaneo dell’attività di pesca a causa della pandemia.

 

La misura è volta a compensare una tantum le perdite subite dalle imprese di pesca e dai pescatori, per effetto dell’interruzione dell’attività cui sono stati costretti a causa dell’epidemia, e dell’impatto che questa ha avuto sullo svolgimento del lavoro e sul mercato.

Soggetti beneficiari

Sono ammissibili le imprese armatrici di imbarcazioni da pesca.

I pescherecci ammissibili a contributo devono essere iscritti nel Registro comunitario delle navi da pesca ed in uno dei Compartimenti marittimi della Regione Calabria alla data di pubblicazione del bando. Inoltre devono sussistere i seguenti requisiti:

 

1. il richiedente deve essere armatore di almeno una imbarcazione da pesca;

2. il richiedente deve avere sede legale, in uno dei comuni della regione Calabria;

3. il richiedente deve essere iscritto nel Registro delle Imprese di Pesca (R.I.P.);

4. il richiedente deve essere iscritto in Camera di Commercio.

Tipologia di interventi ammissibili

È ammissibile al sostegno un contributo una tantum per l’arresto temporaneo delle attività di pesca come conseguenza dell’epidemia di COVID-19 realizzata nel periodo tra il 1° febbraio 2020 e il 31 dicembre 2020.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è pari a € 500.000,00.

 

L’intensità dell’aiuto è pari al 100%.

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro le ore 12:00 del 1 marzo 2021.