PO FEAMP 2014/2020. Misura 5.68. Finanziamento a fondo perduto fino al 100% per la commercializzazione del pesce e la promozione del settore ittico.

 

In sintesi, l’obiettivo degli interventi previsti è quello di sostenere i beneficiari che promuovono e incentivano la competitività del settore ittico, volta alla ricerca di nuovi mercati e promuovere prodotti di qualità.

Soggetti beneficiari

I soggetti ammissibili sono:

 

  1. Organizzazioni di produttori riconosciute
  2. Micro, Piccole e Medie Imprese (PMI)
  3. Associazioni di organizzazioni di produttori
  4. Organismi di diritto pubblico compresi gli Enti locali

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ritenuti ammissibili a contributo i seguenti interventi:

– creare organizzazioni di produttori, associazioni di organizzazioni di produttori o organizzazioni intersettoriali;
– trovare nuovi mercati e migliorare le condizioni per l’immissione sul mercato dei prodotti alieutici e acquicoli, tra cui:

a) specie con un potenziale di mercato;
b) catture indesiderate di stock commerciali sbarcate conformemente alle misure tecniche; 
c) prodotti della pesca e dell’acquacoltura ottenuti utilizzando metodi che presentano un impatto limitato sull’ambiente o prodotti dell’acquacoltura biologica;

 

– promuovere la qualità e il valore aggiunto facilitando:

 

a) la domanda di registrazione di un determinato prodotto e l’adeguamento degli operatori interessati ai pertinenti requisiti di conformità e certificazione;
b) la certificazione e la promozione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura sostenibili, compresi i prodotti della pesca costiera artigianale, e dei metodi di trasformazione rispettosi dell’ambiente;
c) la commercializzazione diretta dei prodotti della pesca da parte dei pescatori dediti alla pesca costiera artigianale o da parte dei pescatori dediti alla pesca a piedi;
d) la presentazione e l’imballaggio dei prodotti;

 

– contribuire alla trasparenza della produzione e dei mercati e svolgere indagini di mercato e studi sulla dipendenza dell’Unione dalle importazioni;

– contribuire alla tracciabilità dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura e, se del caso, allo sviluppo di un marchio dell’Unione di qualità ecologica (ecolabel) per i prodotti della pesca e dell’acquacoltura;
– redigere contratti-tipo per le PMI compatibili con il diritto dell’Unione;
– realizzare campagne di comunicazione e promozione regionali, nazionali o transnazionali per sensibilizzare il pubblico sui prodotti della pesca e dell’acquacoltura sostenibili (non orientati verso denominazioni commerciali).

 

Gli interventi di cui sopra possono includere le attività di produzione, trasformazione e commercializzazione nell’ambito della catena di approvvigionamento.

 

Le principali categorie di spese ammissibili riguardano costi sostenuti per:

 

– l’attuazione dell’operazione (ad esempio, riunioni, convegni, seminari, conferenze, workshop, Show-cooking e degustazione prodotti ittici, percorsi di gusto, corsi di cucina con degustazione, attività ludico-didattiche creative, piattaforme web, indagini e ricerche di mercato, fiere e manifestazioni).

– spese per la creazione di organizzazioni di produttori, associazioni di organizzazioni di produttori od organizzazioni intersettoriali riconosciute a norma;

– spese elencate nel link presente all’interno del bando;

Tutte le voci di spesa devono essere debitamente giustificate da fatture quietanzate o altro documento avente forza probante equivalente.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse disponibili sono pari ad euro 200.000,00.

La Misura prevede un’intensità massima dell’aiuto pubblico pari al 100%.

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro il 6 aprile 2021.