PO FEAMP 2014/2020. Misura 2.55 Finanziamento a fondo perduto fino al 100% per attenuare l’impatto dell’epidemia di COVID-19 nel settore della pesca e dell’acquacoltura.

 

La misura è finalizzata al sostegno del settore dell’acquacoltura economicamente danneggiata dall’emergenza COVID-19 fornendo un supporto immediato, eccezionale e temporaneo alle imprese di acquacoltura.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di contributo imprese attive nel settore dell’acquacoltura.

 

I richiedenti possono presentare la domanda se posseggono i seguenti requisiti:

 

– alla data di presentazione della domanda, e almeno dal 1° febbraio 2020, essere iscritti alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura con codice ATECO 03.22 (acquacoltura in acque dolci e servizi connessi) e con oggetto sociale coerente con l’attività di acquacoltura;

– essere registrati in qualità di allevamento ittico;

– avere sede legale nel territorio di Regione Lombardia;

– applicare il contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) di riferimento, nel caso di utilizzo di personale dipendente;

Tipologia di interventi ammissibili

L’agevolazione consiste nella compensazione della perdita di fatturato, verificatasi tra il 1° febbraio e il 31 dicembre 2020 a seguito dell’epidemia di COVID-19.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse stanziate complessivamente sul presente bando ammontano a € 1.420.270,82.


L’aiuto è concesso sotto forma di contributo a fondo perduto con un’intensità massima dell’aiuto pubblico pari al 100% dell’importo ammissibile, ovvero non superiore a 150.000 euro.


Scadenza

La domanda può essere presentata esclusivamente dalle ore 12 del 7 ottobre 2021 alle ore 12 del 5 novembre 2021.