PO FEAMP 2014/2020. Misura 1.41. Finanziamento a fondo perduto pari al 30% per la sostituzione motori ai fini dell’efficienza energetica e mitigazione dei cambiamenti climatici.

 

L’obiettivo degli interventi è quello di mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici e migliorare l’efficienza energetica dei pescherecci.

Soggetti beneficiari

Armatori di imbarcazioni da pesca; proprietari di imbarcazioni da pesca

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ritenuti ammissibili gli interventi sostituzione o l’ammodernamento di motori principali o ausiliari riguardanti pescherecci:

 

a) di lunghezza fuori tutto fino a 12 metri, a condizione che il nuovo o modernizzato motore non abbia più capacità in kW rispetto al motore da sostituire;

b) di lunghezza fuori tutto tra 12 e 18 metri, a condizione che la capacità in kW del nuovo o modernizzato motore sia di almeno il 20 % inferiore a quella del motore da sostituire.

 

La riduzione di potenza del motore di cui alla precedente lett. b) può essere conseguita da un gruppo di navi per ciascuna categoria di nave di cui a tale lettera. Il sostegno è concesso unicamente per la sostituzione o l’ammodernamento di motori principali o ausiliari che siano stati certificati ufficialmente ai sensi della “certificazione della potenza del motore”.

 

Le principali categorie di spese ammissibili riguardano:

 

– costi di investimento chiaramente connessi all’attività di progetto (ad esempio, acquisto di macchinari e attrezzature, formazione dei dipendenti) e relative spese per l’attuazione (es. noleggi).

– acquisto e installazione del motore principale o ausiliario (anche a metano);

– acquisto e installazione di un regolatore del flusso di carburante;

– acquisto di attrezzature finalizzate al risparmio energetico; Segue una lista indicativa delle spese ammissibili:

– investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto;

– retribuzioni e oneri del personale dipendente strettamente connessi alla realizzazione dell’intervento;

– indagini/analisi preliminari;

– utilizzo delle attrezzature per la realizzazione dell’operazione: ammortamenti, noleggi e leasing.

– spese generali (costi generali e costi amministrativi);

– spese per locazione finanziaria-leasing secondo le condizioni indicate nel bando

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di euro 47.556,68.

L’intensità massima dell’aiuto pubblico per ciascuna domanda di sostegno è pari al 30% delle spese ammesse.

Scadenza

La scadenza è fissata per il giorno 31 maggio 2021.