PO FEAMP 2014-2020. Misura 1.33 d) Finanziamento a fondo perduto per l’ arresto temporaneo delle attività di pesca.

 

concessione di un premio per l’arresto temporaneo delle attività di pesca avvenuto tra il 1 febbraio e il 31 dicembre 2020 come conseguenza dell’epidemia di COVID-19, successivamente denominato “aiuto” anche per i pescherecci che operano nell’ambito di un accordo di partenariato per una pesca sostenibile.


La documentazione ufficiale è consultabile sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana (BUR) n.35 parte III del 1/09/2021 p.82

Soggetti beneficiari

Armatori di imbarcazioni da pesca che hanno presentato domanda al momento del fermo pesca presso uno degli Uffici marittimi ricadenti nel territorio regionale. Ciò anche nel caso in cui, successivamente, l’unità abbia cambiato armatore e ufficio di iscrizione.


Requisiti per l’ammissibilità

 

  • Applicazione del CCNL di riferimento 
  • nel caso in cui il richiedente utilizzi personale dipendente I soggetti richiedenti rientrano tra quelli indicati come beneficiari
  • L’armatore dell’imbarcazione è iscritto nel Registro delle imprese di pesca 
  • L’imbarcazione da pesca è iscritta nel registro comunitario
  • L’imbarcazione da pesca ha svolto un’attività di pesca in mare per almeno 120 giorni nel corso dei due anni civili precedenti la data di presentazione della domanda di sostegno
  • l’arresto temporaneo delle attività di pesca si è verificato nel periodo di riferimento stabilito, tra il 1 febbraio e il 31 dicembre 2020, come conseguenza dell’epidemia di COVID-19, anche per i pescherecci che operano nell’ambito di un accordo di partenariato per una pesca sostenibile
  •  Ai fini del calcolo dell’aiuto saranno considerati ammissibili i periodi di sospensione delle attività di pesca effettuati anche non continuativamente ad eccezione dei periodi di arresto temporaneo obbligatorio , ovvero da altre disposizioni nazionali e/o regionali che prevedono misure tecniche obbligatorie di sospensione delle attività di pesca per esigenza di tutela degli stock ittici e degli ecosistemi marini 
  • L’imbarcazione da pesca risultava armata ed equipaggiata al momento dell’arresto temporaneo
  • L’armatore era in possesso di tutti i documenti di bordo in corso di validità alla data di inizio dell’arresto temporaneo


Tipologia di interventi ammissibili

È ritenuta ammissibile a contributo la corresponsione di un premio per l’arresto temporaneo delle attività di pesca, effettuato nel periodo 1° febbraio 2020 – 31 dicembre 2020 come conseguenza dell’epidemia di COVID-19, anche per i pescherecci che operano nell’ambito di un accordo di partenariato per una pesca sostenibile.

 

Sono presi i considerazione i periodi di sospensione delle attività di pesca effettuati anche non continuativamente in detto periodo ad eccezione dei periodi di arresto temporaneo obbligatorio, ovvero effettuati in attuazione di altre disposizioni nazionali e/o regionali che prevedono misure tecniche obbligatorie di sospensione delle attività di pesca per esigenza di tutela degli stock ittici e degli ecosistemi marini.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse finanziarie messe a disposizione del presente bando sono pari ad € 500.000,00


Non è prevista l’erogazione di premi inferiori a 500,00 euro.

Scadenza

La domanda di sostegno potrà essere presentata entro le ore 13.00 del 31 ottobre 2021