PAC 2014/2020. Azione 6.8.3. Finanziamento a fondo perduto pari all’80% per eventi culturali nell’ambito dell’esplorazione dello spazio celeste.

 

Con il presente bando, denominato “Esplorando lo spazio celeste”, attraverso la disseminazione della cultura scientifica si mira ad attrarre flussi di turisti e visitatori, specificatamente, e al contempo a sostenere l’economia culturale locale maggiormente compromessa dallo stato di pandemia Covid-19.  Gli eventi, che saranno realizzati su tutto il territorio regionale, si sviluppano attorno ad una tematica innovativa, rispetto alla tradizionale offerta turistico-culturale regionale, ovvero quella dell’osservazione dello spazio celeste. Il programma intende sostenere uno straordinario strumento di valorizzazione delle specificità locali e del patrimonio culturale, materiale e immateriale, regionale.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda a valere sul presente Avviso gli Enti pubblici che operano nelle Aree di attrazione culturale di rilevanza strategica individuate nel bando.

Tipologia di interventi ammissibili

Gli eventi dovranno proporre l’approfondimento scientifico rispetto a tematiche che influenzano la vita di  tutti i giorni, sviluppando la curiosità del turista/visitatore. Inoltre, gli stessi dovranno prevedere l’utilizzo di  tecniche innovative di fruizione esperienziali ed immersiva, in linea con le proposte turistiche più moderne, che prevedendo il coinvolgimento attivo e diretto del destinatario, ciò avviene sfruttando le tecnologie  dell’ITC. Tutte le attività proposte dovranno riguardare da un punto di vista scientifico e/o culturale- artistico e/o letterario e/o storico il tema della conoscenza dello spazio.  Sono ritenute prioritarie le proposte progettuali cantierabili nel breve periodo nonché quelle che valorizzano  beni culturali.
Sono individuate tre tipologie d’intervento ammissibili: A, B, C, per come di seguito specificate.
 
  • Tipologia A. Attività esperienziali presso planetari e parchi scientifici pubblici.
  • Tipologia B. Attività di valorizzazione delle figure storico-scientifiche di Gioacchino da Fiore e Luigi Lilio.
  • Tipologia C. Realizzazione di mostre.
La proposta progettuale dovrà riguardare una sola tipologia, tra quelle individuate.
 
Le spese ammissibili a contributo sono le seguenti:
 
 
a) i costi operativi collegati direttamente al progetto o all’attività culturale, quali la locazione o l’affitto di immobili e centri culturali, le spese di viaggio, i materiali e le forniture con attinenza diretta al progetto o all’attività culturale, le strutture architettoniche utilizzate per mostre e messe in scena, i prestiti per le mostre, la locazione e l’acquisto o il noleggio degli strumenti musicali, divise e costumi di scena, software e attrezzature, i cachet degli artisti, e quelli del personale artistico, tecnico, curatori, esperti, i costi sostenuti per garantire la sicurezza e la salute pubblica anche in termini di prevenzione della diffusione del Covid-19;
b) i costi dei servizi di consulenza e di progettazione degli eventi, direzione artistica, direzione tecnico-organizzativa, i costi per l’accesso a opere protette dal diritto d’autore e ad altri contenuti protetti da diritti di proprietà intellettuale, nel limite massimo del 20% rispetto ai costi totali ammissibili.
c) le spese relative al personale dipendente impiegato. Ai fini della determinazione dei costi per il personale, la tariffa oraria è calcolata dividendo per 1 720 ore i più recenti costi annui lordi per l’impiego documentati, per le persone che lavorano a tempo pieno, o per la quota proporzionale corrispondente di 1.720 ore, per le persone che lavorano a tempo parziale.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria complessiva è pari a Euro 360.000,00.

L’importo massimo concedibile per ciascuna proposta progettuale è stabilito in € 60.000,00.

L’intensità di aiuto massima, da parte della Regione Calabria, è pari all’80% del costo totale del progetto. Pertanto, è previsto un cofinanziamento minimo del 20% che potrà essere apportato anche in natura.

Scadenza

Le domande potranno essere presentate entro l’11 settembre 2021, salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi.