OCM Vino. Misura ristrutturazione e riconversione vigneti. Campagna 2021/2022. Finanziamento a fondo perduto fino al 100% per il miglioramento dei vini.

 

Il Bando, attraverso le azioni di seguito elencate, si prefigge di raggiungere i seguenti obiettivi:

 

– Adeguare la produzione alle esigenze del mercato con l’introduzione di vitigni miglioratori e/o dipregio;

– Diversificazione varietale con l’introduzione di vitigni miglioratori e/o di pregio;

– Ristrutturazione dei vigneti al fine di renderli parzialmente o totalmente meccanizzabili;

– Miglioramenti delle tecniche di gestione dell’impianto viticolo;

– Sostituzione della forma di allevamento a tendone con la forma a spalliera;

– Cambiare la forma di allevamento e/o potatura;

 

Gli obiettivi del piano non potranno in ogni modo comportare un aumento delle rese

Soggetti beneficiari

Le persone fisiche e giuridiche che conducono vigneti con varietà di uve da vino. Beneficiano, altresì, del premio, coloro che detengono autorizzazioni al reimpianto dei vigneti valide.

Tipologia di interventi ammissibili

Attività Descrizione azione

A – Riconversione Varietale

 

  • che consiste nel reimpianto su stesso o su un altro appezzamento, con o senza modifica del sistema di allevamento, di una diversa varietà di vite ritenuta di maggiore pregio enologico o commerciale
  • che consiste nel sovrainnesto o reinnesto su impianti ritenuti già razionali per forma di allevamento e per sesto di impianto e in buono stato vegetativo di una diversa varietà di vite ritenuta di maggiore pregio enologico o commerciale

Estirpazione e reimpianto

Estirpo e reimpianto sullo stesso appezzamento o su un altro appezzamento, con o senza la modifica del sistema di allevamento, di una diversa varietà di vite, ritenuta di maggior pregioenologico o commerciale

 

Reimpianto da autorizzazione

Reimpianto con l’utilizzo di un’autorizzazione impiantando varietà di vite di maggior interesseenologico e commerciale, idoneo alla meccanizzazione parziale o integrale delle operazioni colturali

 

Reimpianto anticipato

Reimpianto anticipato di vigneto mediante riconversione varietale con varietà di vite di maggior interesse enologico e commerciale, idoneo alla meccanizzazione parziale o integrale delle operazioni colturali

 

Reimpianto con mantenimento della struttura di sostegno

Impianti caratterizzati da contro-spalliera in eccellenti condizioni strutturali e per la quale non risulti necessario il rinnovo della stessa, nell’ottica della realizzazione di interventi a basso impatto ambientale

 

Sovrainnesto o Reinnesto

Di vigneto di età massima di 15 anni, da eseguire sia sotto collo (direttamente su selvatico) che sopra collo (sul gentile), con varietà di vite di maggior interesse enologico e commerciale

B – Ristrutturazione

 

  • che consiste nella diversa collocazione del vigneto attraverso il reimpianto in una posizione più favorevole dal punto di vista agronomico, sia per l’esposizione sia per ragioni climatiche ed economiche
  • che consiste nel reimpianto del vigneto attraverso l’impianto nella stessa particella ma con modifiche di forma di allevamento e/o sestodi impianto

Estirpazione e reimpianto

Mantenendo la stessa varietà:

– sulla stessa unità vitata con modifica del sistema dicoltivazione (forma allevamento e/o sesto impianto)

– in una diversa collocazione più favorevole da un punto di vista agronomico, per l’esposizione e per ragioni climatiche ed economiche

 

Reimpianto da autorizzazione

Reimpianto, con l’utilizzo di un’autorizzazione, di varietà di vite di maggior interesse enologico e commerciale, idoneo alla meccanizzazione parziale o integrale delle operazioni colturali

 

Reimpianto anticipato

Reimpianto anticipato di vigneto mantenendo la stessa varietà di vite in una posizione piùfavorevole dal punto di vista agronomico, per l’esposizione e per ragioni climatiche

 

C – Miglioramento delle tecniche di gestione dei vigneti, esclusa l’ordinaria manutenzione

Trasformazione e/o sostituzione della struttura di sostegno del vigneto già esistente allevato a spalliera, con una struttura palificata idonea al condizionamento della vegetazione nonché alla meccanizzazione (pali altezza minima 2,10 con minimo n° 1 filo di banchina e n°2 coppie di fili per contenere la vegetazione)

Sostituzione dei pali di testata della spalliera (da cemento a Legno o altra essenza forte o Palo Corten) nonché il corretto allineamento degli stessi in parallelo alla (viabilità principale strade interpoderali, comunali provinciali e statali) tesa al miglioramento paesaggistico e ambientale

Rimpiazzo fallanze con l’utilizzo di barbatelle innestate “Barbatellone”, per un massimo di 150piante/ha

Modifica della forma di allevamento (da cordone speronato a guyot semplice o doppio)

Sostituzione della struttura di sostegno del vigneto già esistente allevato a spalliera, con una struttura che prevede la palificazione per singola pianta tesa ad ottenere un vigneto allevato adalberello ed al miglioramento paesaggistico ambientale

Realizzazione impianto irriguo per irrigazione di soccorso

Realizzazione del solo impianto irriguo di soccorso (complesso-completo)

Allestimento Impianto di Irrigazione (semplice) + intervento azione Trasformazione e/o sostituzione della struttura di sostegno del vigneto già esistente

Allestimento Impianto di Irrigazione (complesso-completo) + intervento azione Trasformazione e/o sostituzione della struttura di sostegno del vigneto già esistente

 

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo complessivo del Bando per le diverse tipologie d’intervento è pari ad € 10.000.000,00.

Il sostegno alla ristrutturazione e alla riconversione dei vigneti sarà erogato nelle forme seguenti:

 

a) compensazione ai produttori per le perdite di reddito conseguenti all’esecuzione della misura;

b) contributo ai costi di ristrutturazione e di riconversione.

 

La compensazione delle perdite di reddito di cui alla lettera a) può ammontare al 100% della perdita

Il contributo ai costi di ristrutturazione e di riconversione di cui alla lettera b) verrà erogato in modo forfettario, nel limite del 50%.

Scadenza

A seguito della proroga, le domande possono essere inviate fino all’ 8 agosto 2021