LL.RR. 11/2018 e 13/2020. Finanziamento a fondo perduto per iniziative di promozione delle attività culturali, del patrimonio linguistico e dello spettacolo per l’anno 2021.

 

Per l’anno 2021 è previsto un unico bando che comprende tutte le istanze relative alla promozione delle attività culturali, del patrimonio linguistico e dello spettacolo.

Soggetti beneficiari

Enti non lucrativi di diritto privato (quali, ad esempio, Associazioni, Fondazioni, altri Enti del Terzo Settore), enti locali e pubbliche amministrazioni, imprese e sociali, società cooperative a mutualità prevalente e, per il solo comparto del teatro professionale società di persone e di capitali.

Tipologia di interventi ammissibili

Il contributo sostiene programmi relativi a uno o più dei seguenti ambiti di attività:


1) spettacolo dal vivo: danza, musica, teatro (professionale e promozione delle attività teatrali), spettacolo di strada e circo contemporaneo, musica popolare tradizionale amatoriale;

2) attività cinematografiche e audiovisive;

3) attività espositive relative ad arti plastiche e visive;

4) attività di divulgazione culturale, intesa come convegni, seminari, festival culturali, divulgazione scientifica e culturale;

5) rievocazioni e carnevali storici;

6) formazione musicale pre-accademica;

7) perfezionamento musicale post-accademico e perfezionamento nelle altre discipline dello spettacolo;

8) educazione delle persone adulte;

9) patrimonio linguistico e culturale del Piemonte.


Attività ammissibili


Spettacolo dal Vivo: danza, musica, teatro, spettacolo di strada e circo contemporaneo Sono ammissibili i progetti relativi a rassegne, festival, stagioni, premi e concorsi, iniziative di promozione e diffusione dello spettacolo dal vivo, che prevedano momenti in presenza di pubblico, effettuati in luoghi in regola con le norme in materia di sicurezza, o da remoto, che possono comprendere attività collaterali non prevalenti quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, laboratori, formazione del pubblico, incontri, mostre, workshop, seminari e conferenze, attività editoriali e discografiche afferenti le attività di spettacolo.
Spettacolo dal Vivo: musica popolare tradizionale amatoriale sono ammissibili i progetti presentati esclusivamente da associazioni legalmente costituite configurate come complessi bandistici o società filarmoniche, gruppi folcloristici, gruppi vocali società corali e relativi a concerti, sfilate, spettacoli e manifestazioni musicali, corali, di balli.
Attività cinematografiche e audiovisive Sono ammissibili progetti relativi a rassegne o festival, attività di promozione e diffusione della cultura cinematografica, multimediale e audiovisiva, premi o concorsi cinematografici che prevedano attività aperte al pubblico effettuati in luoghi in regola con le norme in materia di sicurezza, o da remoto, che possono comprendere attività collaterali non prevalenti quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, laboratori, formazione del pubblico, incontri, mostre, workshop, seminari e conferenze, attività editoriali afferenti le attività cinematografiche e audiovisive.
Attività espositive relative ad arti plastiche e visive Sono ammissibili i progetti relativi alla realizzazione di attività espositive, che prevedano in prevalenza momenti in presenza di pubblico, effettuati in luoghi in regola con le norme in materia di sicurezza, o da remoto, che possono comprendere attività collaterali non prevalenti quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, laboratori, formazione del pubblico, incontri, workshop, seminari e conferenze, attività editoriali e di spettacolo.
Attività di divulgazione culturale, intesa come convegni, seminari, festival culturali, divulgazione scientifica e culturale

Sono ammissibili progetti per la realizzazione di iniziative di divulgazione culturale di rilievo regionale (convegni, seminari, studi e ricerche) che si caratterizzano per la continuità, l’attesa generata nel pubblico e una qualità indubbia, effettuati in luoghi in regola con le norme in materia di sicurezza, o da remoto. Vi rientrano:

 

• progetti culturalmente autorevoli, anche con impostazione multidisciplinare, di carattere divulgativo, destinati a favorire la diffusione della cultura, anche scientifica, soprattutto se legata a tematiche di interesse generale e di dibattito nella società civile;

• manifestazioni dedicate ai temi dell’innovazione scientifica e tecnologica e delle sue ricadute sull’economia e sulla società;

• iniziative che, pur senza qualificarsi come ricorrenti, dimostrino un alto valore e interesse culturale diffuso, con particolare riferimento a quelle di rilievo nazionale o internazionale;

• studi e ricerche basati su programmi di ricerca dai risultati concretamente conseguibili e per materie di interesse regionale

Rievocazioni e carnevali storici Sono ammissibili progetti per la realizzazione di rievocazioni storiche, intese come riproposizione ai contemporanei di un evento realmente accaduto nel passato o di consuetudini locali consolidate, con la ricostruzione fedele, talvolta in scala ridotta, delle vicende, anteriori al 1918. Sono altresì ammissibili i carnevali storici di maggiore rilievo e richiamo turistico, che abbiano almeno venti edizioni documentabili ed una verificata attinenza alla storia e alle tradizioni popolari a decorrere dal 1990, le iniziative di riproposizione di antichi mestieri di rilevante valore divulgativo e le iniziative legate alla religiosità popolare, se di documentato valore artistico e culturale e di tradizione almeno secolare
Formazione musicale pre-accademica

Sono ammissibili i progetti relativi ad attività corsuali continuative e pluriennali, propedeutiche all’accesso ai corsi del diploma accademico di I livello dei Conservatori di Musica, organizzate da istituti e scuole di musica appositamente costituiti dai Comuni o da enti senza scopo di lucro a ciò statutariamente finalizzati. In riferimento al bando, hanno quindi titolo a presentare l’istanza di contributo soltanto i Comuni titolari di un istituto o scuola di musica il cui regolamento prevede la suddetta finalità, oltre che gli enti privati senza scopo di lucro, legalmente costituiti, titolari o gestori di un istituto o scuola di musica il cui statuto contempla la succitata finalità.

I progetti 2021 presentati dai soggetti beneficiari del contributo assegnato nel 2020 a sostegno dei corsi pre-accademici di formazione musicale 2020/2021 devono risultare circoscritti, anche nel bilancio preventivo, al solo secondo semestre 2021, poiché le attività corsuali e i costi del primo semestre 2021 sono sostenuti dal contributo assegnato nel 2020

Perfezionamento musicale postaccademico e perfezionamento nelle altre discipline dello spettacolo Perfezionamento musicale post-accademico: sono ammissibili i progetti relativi a master class, corsi brevi, corsi annuali e pluriennali, rivolti alle persone in possesso del diploma accademico di I e di II livello rilasciato dai Conservatori di Musica, organizzati in via continuativa da enti senza scopo di lucro a ciò statutariamente finalizzati. In riferimento al bando, hanno quindi titolo a presentare l’istanza di contributo soltanto gli enti privati senza scopo di lucro, legalmente costituiti, il cui statuto prevede la suddetta finalità. Perfezionamento nelle altre discipline dello spettacolo: sono ammissibili i progetti relativi ad attività corsuali a carattere avanzato e continuativo (master class, corsi brevi, corsi annuali e pluriennali), organizzati da enti senza scopo di lucro a ciò statutariamente finalizzati. In riferimento al bando, hanno quindi titolo a presentare l’istanza di contributo soltanto gli enti privati senza scopo di lucro, legalmente costituiti, il cui statuto prevede la suddetta finalità. I progetti 2021 presentati dai soggetti beneficiari del contributo assegnato nel 2020 a sostegno dei corsi di perfezionamento musicale post-accademico 2020/2021 e a sostegno dei corsi di perfezionamento nelle altre discipline dello spettacolo 2020/2021 devono risultare circoscritti, anche nel bilancio preventivo, al solo secondo semestre 2021, poiché le attività corsuali e i costi del primo semestre 2021 sono sostenuti dal contributo assegnato nel 2020.
Educazione delle persone adulte Sono ammissibili i progetti relativi a cicli di incontri culturali e a laboratori espressivi, manuali e motori, presentati esclusivamente da enti senza scopo di lucro, legalmente costituiti, configurati quali università popolare o della terza età o con altre denominazioni, ma statutariamente finalizzati all’educazione delle persone adulte. I progetti 2021 presentati dai soggetti beneficiari del contributo assegnato nel 2020 a sostegno dei corsi di educazione degli adulti 2020/2021 devono risultare circoscritti, anche nel bilancio preventivo, al solo secondo semestre 2021, poiché le attività corsuali e i costi del primo semestre 2021 sono sostenuti dal contributo assegnato nel 2020.
Patrimonio linguistico e culturale del Piemonte Sono ammissibili progetti, anche a carattere multidisciplinare, di valorizzazione e promozione della conoscenza del patrimonio linguistico e culturale del Piemonte.


Entità e forma dell’agevolazione

Dotazione finanziaria

 

– Euro 5.700.000,00 a favore di soggetti privati/No profit (enti non lucrativi di diritto privato, quali, a titolo esemplificativo non esaustivo, associazioni, fondazioni);

– Euro 500.000,00 a favore di Pubbliche Amministrazioni;

– Euro 840.000,00 a favore di imprese


Contributo richiedibile:


a) da parte di soggetti che hanno ricevuto un contributo nel triennio 2018-2020 può essere richiesto un contributo, arrotondato per difetto, non superiore alla media dei contributi ricevuti dal Settore nel triennio 2018-2020, calcolati al netto di eventuali provvedimenti di riduzione o revoca degli stessi, e comunque non superiore a euro 120.000,00 e non inferiore a euro 2.000,00 (soglia minima di contribuzione);

b) da parte di soggetti che non hanno ricevuto un contributo nel triennio 2018-2020 può essere richiesto un contributo non superiore a euro 50.000,00 e non inferiore a 2.000,00 (soglia minima di contribuzione).

Scadenza

15/09/2021 – 12:00