L.R. 8/2020. Finanziamento a fondo perduto una tantum per il commercio dei prodotti agroalimentari di qualità per contrastare gli effetti dell’emergenza Covid-19.

 

La Regione Valle d’Aosta concede contributi sotto forma di voucher per l’acquisto di prodotti agroalimentari regionali.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare del contributo a fondo perduto per l’acquisto dei prodotti elencati di seguito le imprese aventi sede legale o operativa in Valle d’Aosta che:

a) gestiscono esercizi che commerciano alimenti e bevande, con superficie di vendita non superiore a 250 metri quadrati; 

b) svolgono attività di somministrazione di alimenti e bevande.

Per i dettagli sulle attività di cui alla lettera b), si rimanda al bando. 

Tipologia di interventi ammissibili

Le disposizioni disciplinano la concessione e l’erogazione del contributo a fondo perduto, per l’acquisto:

a) di materie prime agricole, prodotte da aziende agricole regionali, quali: 

  • latte
  • carne (esclusi i prodotti della caccia)
  • uova
  • prodotti ortofrutticoli
  • erbe officinali e aromatiche
  • cereali e farine 
  • prodotti ittici

b) di prodotti trasformati, ottenuti prevalentemente (in termini di peso o di valore economico) con le materie prime di cui alla lettera precedente, il cui elenco sarà messo a disposizione dalla struttura competente;

c) dei prodotti afferenti a regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario, quali: 

  • Fontina DOP 
  • Vallée d’Aoste – Valle d’Aosta Fromadzo DOP
  • Vallée d’Aoste – Valle d’Aosta Jambon de Bosses DOP 
  • Vallée d’Aoste – Valle d’Aosta Lard d’Arnad DOP 
  • di Génépy della Valle d’Aosta I.G.

d) dei seguenti prodotti agro-alimentari tradizionali (PAT) regionali, con esclusione dei prodotti già ricompresi nella lettera a): 

  • Grappa
  • Ratafià
  • Boudin
  • Mocetta
  • Motsetta – Motzetta (Mocetta di carne valdostana)
  • Prosciutto alla brace Saint- Oyen (Jambon à la braise Saint- Oyen)
  • Saouseusse 14
  • Teteun
  • Tseur achétaye
  • Brossa
  • Formaggio di capra a pasta molle 
  • Formaggio di pecora o capra a pasta pressata 
  • Formaggio misto 
  • Reblec
  • Reblec de crama
  • Salignoùn 
  • Séras 
  • Toma di Gressoney 
  • Crèichèn, Créchén
  • Flantse e Flantsón 
  • Micóoula
  • Mécoulén, Mécoula e Pan de Cogne 
  • Piata di Issogne 
  • Pan ner, Pane nero 
  • Beuro (Burro di affioramento) 
  • Beuro coló
  • Beuro de brossa
  • Burro centrifugato di siero 
  • Olio di noci, Huile de noix
  • Miele di castagno (Mi de tsatagnì) 
  • Miele di rododendro (Mi de framicillo)
  • Miele millefiori di montagna (Mi de fleur de montagne)

e) dei vini a denominazione di origine controllata «Valle d’Aosta» o «Vallée d’Aoste» e dei vini da tavola ottenuti prevalentemente con uva prodotta sul territorio regionale. Gli elenchi dei vini DOC e da tavola saranno messi a disposizione dalla struttura competente.

Sono ammissibili le spese per l’acquisto dei prodotti sopra elencati. 

Entità e forma dell’agevolazione

Il contributo è compreso tra un minimo di euro 300 e un massimo di euro 7.000, corrispondente a un terzo della spesa sostenuta per l’acquisto dei prodotti. Il contributo è erogato sotto forma di voucher, una tantum e non ripetibile. 

Scadenza

La scadenza per la presentazione delle domande è alle ore 23.59 del 30 novembre 2020.