L.R. 8/2017 – Finanziamento a fondo perduto per la realizzazione di progetti biennali 2021-2022 finalizzati al miglioramento del benessere fisico, psichico e sociale della persona attraverso l’attività motoria e sportiva.

 

Il bando promuove l’attività motoria-sportiva come mezzo efficace di prevenzione, mantenimento e recupero della salute fisica e psichica e come strumento di integrazione sociale in favore della generalità dei cittadini, con particolare attenzione per la popolazione femminile, i più giovani, gli anziani, i soggetti disabili e quanti versano in condizioni di disagio, orientando le risorse disponibili verso attività ad elevato impatto sociale che perseguano gli obiettivi sotto definiti:

 

– adottare azioni volte a ridurre la percentuale della popolazione sedentaria

– favorire la pratica sportiva realizzata all’aperto per una cultura dello sport “eco sostenibile”

– non utilizzare prodotti in plastica monouso nel caso si preveda la somministrazione di cibi e bevande (#Plastic-freER)

– promuovere lo sport quale strumento per favorire azioni di integrazione sociale e di aggregazione tra soggetti disabili e normodotati

– promuovere le attività sportive in aree territoriali svantaggiate

– incentivare il processo di integrazione fra il sistema sportivo e quello scolastico

– promuovere il perseguimento di un corretto stile di vita e diffondere la cultura della salute

– favorire un maggior coinvolgimento e partecipazione alle attività motorie e sportive della popolazione femminile

– incrementare l’attività sportiva dei più giovani e degli adulti

– favorire l’accesso della popolazione anziana alla vita attiva – promuovere l’offerta diversificata delle attività sportive e l’esercizio di quelle poco praticate

– mettere in atto azioni volte a contrastare la pratica del doping e diffondere i valori etici dello sport.

Soggetti beneficiari

 Possono beneficiare dei contributi regionali i seguenti soggetti:

 

a) gli enti locali ed altri soggetti pubblici;

b) le istituzioni scolastiche riconosciute dal competente ministero;

c) le associazioni di promozione sociale;

d) le associazioni e società sportive dilettantistiche iscritte nei registri del CONI e del CIP e le federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e dal CIP;

e) soggetti privati organizzatori di eventi sportivi rilevanti per il territorio regionale.

 

I comitati territoriali delle FSN e degli EPS possono presentare domanda solo qualora siano dotati di autonoma soggettività giuridica e, quindi, in possesso di autonomo codice fiscale distinto da quello della FSN o del EPS nazionale e la cui contabilità sia separata da quella della sede nazionale.

Gli EE.LL. possono presentare domanda solo se il progetto è direttamente da loro organizzato anche se in collaborazione con altri soggetti privati. Non sono ammesse domande qualora l’attività dell’Ente sia limitata all’erogazione di contributi ad altri soggetti privati. In tal caso la domanda deve essere presentata direttamente da uno dei soggetti privati organizzatori. I contributi erogati ad altri soggetti possono essere indicati tra le spese purché nella determinazione di erogazione sia espressamente indicata la destinazione all’evento oggetto della domanda.

I soggetti privati sono ammessi a presentare domanda solo quando il proprio Statuto prevede espressamente l’organizzazione di attività sportive e l’assenza del fine di lucro.

Tipologia di interventi ammissibili

Ai fini del presente Avviso è ammissibile la richiesta di contributo per la realizzazione di un progetto che abbia le seguenti caratteristiche:

 

– carattere prevalentemente sportivo;

– organizzato anche in collaborazione con altri soggetti;

– di impatto e di valorizzazione territoriale locale;

– realizzato sul territorio dell’Emilia-Romagna.

 

Sono considerate ammissibili le spese strettamente e chiaramente correlate alla realizzazione del progetto sportivo oggetto di contributo avendo a riferimento le seguenti voci di spesa:

 

a) Macro voce “Spese per progettazione e promozione del progetto”

 

– ideazione e stesura del progetto;

– materiale promozionale e pubblicitario collegato alla presentazione e diffusione del progetto;

 

b) Macro voce “Affitti e noleggi”

 

– affitto di impianti e spazi sportivi e di altri locali utilizzati per la realizzazione del progetto sportivo e loro allestimento;

– noleggio di attrezzature o strumentazioni sportive;

 

c) Macro voce “Compensi, rimborsi e spese dirette”

 

– compensi a soggetti strettamente legati alla realizzazione del progetto sportivo (ad esempio, docenti, consulenti, collaboratori amministrativi, allenatori, istruttori, tecnici, personale sanitario e parasanitario…) che non siano titolari di un rapporto di lavoro subordinato o di contratto di collaborazione autonoma di natura professionale con il soggetto richiedente il contributo;

– rimborsi, funzionali all’esercizio della prestazione professionale, per i soggetti strettamente legati alla realizzazione del progetto sportivo (ad esempio per trasporti, per ristorazione…);

– spese sostenute direttamente dall’organizzazione richiedente per i soggetti coinvolti nella realizzazione del progetto (ad esempio per trasporti, per ristorazione…);

 

d) Macro voce “Materiale, polizze”

 

– acquisto di materiale didattico, sportivo e di primo soccorso necessario allo svolgimento del progetto;

– polizze assicurative: solo quelle stipulate in relazione all’iniziativa e al suo periodo di svolgimento;

 

e) “Organizzazione eventuale dell’evento conclusivo del progetto” (max 10 % del totale delle macro voci a+b+c+d)

 

− spese legate alla realizzazione dell’evento conclusivo del progetto (premi, gadget, ristorazione…);

 

f) “Spese diverse non altrimenti collocabili” (max 15% del totale delle macro voci a+b+c+d)

 

− tali spese, per le quali non è prevista la certificazione e la presentazione di documento contabile, sono considerate parte integrante delle spese di realizzazione delle attività del progetto sportivo. I beneficiari devono ricondurre in questa tipologia tutte quelle spese, certamente sostenute per la realizzazione del progetto ma che, per le loro caratteristiche, non sono chiaramente riconducibili alle Macro voci a, b, c, d, o sono pagate in contanti.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse finanziarie disponibili per la realizzazione degli interventi ammessi a contributo ammontano a complessivi 1.000.000,00 euro.

Scadenza

Invio domande dalle ore 10:00 del 9 agosto 2021 alle ore 15:00 del 6 settembre 2021.