L.R. 7/2012. Finanziamento a fondo perduto per il supporto alla gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Annualità 2021.

 

Il bando intende finanziare progetti il cui obiettivo specifico è la valorizzazione del patrimonio confiscato alla criminalità organizzata attraverso l’avvio, lo sviluppo e/o il consolidamento di attività all’interno dei beni. I progetti dovranno essere finalizzati ad accrescere la competitività del soggetto gestore e/o contribuire, in coerenza con la destinazione sociale dei beni stessi, allo sviluppo socio-economico del territorio in cui sono realizzati, alla diffusione della cultura della legalità, rappresentando un’occasione di riappropriazione del bene da parte della comunità di riferimento, sia da un punto di vista simbolico, che in termini di produzione di beni e/o servizi utili alla collettività.

Soggetti beneficiari

Enti o associazioni che hanno ricevuto in concessione un bene confiscato

Tipologia di interventi ammissibili

I soggetti proponenti possono presentare istanza di partecipazione per interventi da realizzare nei beni confiscati loro concessi, e prevedere uno o più azioni, di seguito elencate:

 

  • avvio, sviluppo, diversificazione e ampliamento dei prodotti e/o servizi in particolare finalizzati all’inclusione e al sostegno di soggetti fragili (a titolo esemplificativo, persone con disabilità fisica e psichica, persone con disturbo dello spettro autistico, persone con dipendenze, ecc.);
  • implementazione di innovazioni di tipo gestionale, tecnologico, organizzativo, commerciale e produttivo, ambientale;
  • miglioramento di adeguati standard qualitativi di prestazioni (inclusa l’implementazione di piani di qualità sociale, certificazione e accreditamento);
  • promozione o rafforzamento della presenza dell’impresa su mercati diversi da quello regionale, anche esteri;
  • promozione e implementazione di pratiche e filiere d’economia sociale attraverso l’uso dei beni confiscati in un’ottica di rete;
  • promozione della cultura della legalità, della cittadinanza attiva, degli scambi culturali, del volontariato attraverso concrete esperienze educative e di partecipazione.
 
Sono ammissibili a finanziamento le seguenti voci di spesa:
 
 
a) spese per l’acquisizione di servizi di consulenza e affiancamento finalizzate agli interventi previsti (max 20% del costo ammissibile del progetto);
b) spese per il conseguimento di certificazioni ambientali, di responsabilità sociale o di qualità di prodotto/servizio rilasciate da organismi accreditati;
c) spese per interventi edilizi esclusivamente di manutenzione ordinaria, quali piccoli interventi di riparazione, rinnovamento finiture edifici necessarie a mantenere in efficienza impianti esistenti;
d) spese di formazione del personale interno, funzionali alla realizzazione del progetto (max 15% del costo ammissibile del progetto);
e) spese per il personale per la parte di effettivo impiego nelle attività del progetto (max 20% del costo ammissibile del progetto);
f) spese per attività di informazione e comunicazione, compresa la creazione e/o lo sviluppo di siti web e l’adozione e/o potenziamento dei servizi di e-commerce;
g) spese per acquisto e/o noleggio di automezzi e altri mezzi di trasporto, direttamente funzionali all’attività dell’azienda e ad essa esclusivamente dedicati;
h) spese per acquisto e/o noleggio di materiali, macchinari e di attrezzature;
i) spese per acquisto di mobili e arredi;
j) spese per acquisto di software, marchi e/o brevetti;
k) spese per acquisto e/o noleggio di strumentazione tecnica quali pc e attrezzature in genere (siano esse informatiche, tecniche e scientifiche) comunque non infrastrutturali;
l) spese per acquisto di equipaggiamento e vestiario;
m) spese per la polizza fidejussoria;
n) spese per la costituzione dell’ATI/ATS/Rete contratto; inoltre, nel caso di azioni di internazionalizzazione
o) quota di partecipazione, affitto e allestimento di stand presso fiere e saloni internazionali in Italia e all’estero e/o per attività di incoming;
p) servizi di hostess e interpretariato;
q) servizi di trasporto (ivi compresi eventuali oneri assicurativi) di materiali promozionali e campionari specifici.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di € 300.000,00.

Il contributo massimo per ciascuna proposta progettuale ammonta ad € 50.000,00.

Scadenza

Le candidature devono pervenire entro e non oltre le ore 23,59 del 08/11/2021