L.R. 69/1993. Finanziamento a fondo perduto fino al 60% per la selezione di attività e iniziative a carattere culturale e scientifico. Annualità 2021.

 

Con il presente bando sono stati concessi contributi per sostenere la realizzazione da parte di terzi di manifestazioni a carattere culturale e scientifico, come strumento per favorire la crescita culturale della Valle d’Aosta.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di contributo soggetti pubblici e privati (con esclusione delle persone fisiche) che non perseguono fini di lucro, operanti nel settore della cultura, dell’arte e delle scienze, aventi sede legale e/o operativa in Valle d’Aosta.

Tipologia di interventi ammissibili

Ai fini del presente Bando sono ammissibili solo manifestazioni culturali, artistiche e scientifiche realizzate sul territorio della Valle d’Aosta che consentono animazione territoriale, ricadute anche in termini turistici ed economici, ma in cui resta prioritaria la finalità della produzione e promozione culturale, artistica e scientifica.

Le manifestazioni proposte dovranno essere di qualità, pensate in relazione agli ambiti culturali e territoriali su cui insistono, concepite per coinvolgere i cittadini, riequilibrare i consumi nelle differenti aree, interessare il patrimonio culturale materiale e immateriale, gli spazi pubblici e privati anche non convenzionali, attrarre nuove fasce di pubblico.

Le iniziative proposte devono comprendere produzioni multimediali realizzate dall’organizzatore volte a documentare le attività poste in essere, ai fini della disseminazione dei risultati ottenuti, da poter pubblicare eventualmente sul sito istituzionale dell’Assessorato beni culturali, turismo, commercio e sport o da presentare in altre occasioni.

 

Sono ammissibili, con le specificazioni indicate, le spese direttamente imputabili alla realizzazione dell’iniziativa e pertinenti alla medesima, quali:

• spese relative alle risorse umane

• spese per servizi accessori e strumentali (es: spese per affitto sale e locali o spese per noleggio di materiale e attrezzature);

• spese per acquisto di beni e materiali di consumo (sono relative ai beni non durevoli che esauriscono la loro vita utile nel momento stesso del consumo o in un arco temporale molto limitato. A titolo esemplificativo: spese per cancelleria, tipografia, altri beni consumabili);

• spese in conto capitale, nel limite del 25% del contributo concesso: si intendono per spese in conto capitale tutte quelle spese per acquisto beni che incidono direttamente o indirettamente sulla formazione del patrimonio dell’ente, sono soggette ad ammortamento nel tempo e il cui valore è superiore a euro 516,46 comprensivo di IVA.

• spese per cachet artistici;

• spese di ospitalità (alloggio – vitto – trasporto) riferite esclusivamente alla partecipazione di personalità artistiche e culturali o relatori/esperti (tali spese dovranno riferirsi unicamente al diretto interessato e dovranno concordare con i principi di ragionevolezza e proporzionalità);

• spese per la promozione dell’iniziativa;

• spese per oneri fideiussori e assicurativi;

• tassa di occupazione suolo pubblico e per le affissioni;

• premi consistenti in beni materiali aventi carattere simbolico per un importo massimo consentito pari a 2.000 euro, esclusi i premi in denaro;

• spese di vitto e trasporto (per i pasti può essere ammessa una spesa massima giornaliera di euro 15,00 a persona)

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria messa a disposizione per il presente Bando è pari a euro 150.000.

L’entità massima del contributo è stabilita sulla base dei punteggi assegnati.

 

Prima fascia (da 76 a 100 punti)

− assegnazione di un contributo pari al 60% delle spese ammissibili
− nella misura massima di 20.000 euro
− nel limite del disavanzo

Seconda fascia (da 56 a 75 punti)

− assegnazione di un contributo pari al 40% delle spese ammissibili
− nella misura massima di 15.000 euro
− nel limite del disavanzo

Terza fascia (da 40 a 55 punti)

− assegnazione di un contributo pari al 40% delle spese ammissibili
− nella misura massima di 10.000 euro
− nel limite del disavanzo

Quarta fascia (< 40 punti)
− nessun contributo

Scadenza

La domanda di contributo dovrà essere presentata:


  • Entro il 31 marzo 2021per le iniziative che si svolgeranno nei mesi di maggio e giugno 2021;
  • Entro il 30 aprile 2021 per le iniziative che si svolgeranno nei mesi di luglio e agosto 2021;
  • Entro il 31 maggio 2021 per le iniziative che si svolgeranno nei mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre 2021.