L.r. 67/95. Finanziamento a fondo perduto a sostegno di iniziative di cooperazione decentrata delle Autonomie Locali piemontesi in Africa sub-sahariana.

 

La Regione Piemonte intende sostenere progetti di cooperazione decentrata promossi dalle Autorità Locali piemontesi impegnate nella cooperazione allo sviluppo nei seguenti Paesi e aree: Benin, Burkina Faso , Capo Verde, Costa d’Avorio, Mali, Mauritania, Niger, Repubblica di Guinea Conakry.


Le iniziative cofinanziate sul presente Bando dovranno contribuire a:


  • promuovere lo sviluppo locale sostenibile dei contesti territoriali dei Paesi dell’Africa Sub –sahariana identificati e il miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni locali ;

  • ridurre la povertà, le ineguaglianze e l’insicurezza alimentare.

    Inoltre dovranno:

 
  • facilitare le relazioni tra le comunità partner, piemontesi e africane;

  • migliorare la reciproca percezione dei territori, favorendo in particolare una maggiore conoscenza delle realtà nelle quali si originano i flussi migratori.

Soggetti beneficiari

Le domande di contributo potranno essere presentate esclusivamente dai seguenti soggetti pubblici del territorio piemontese: Province, Città Metropolitana, Comuni, Unioni montane del territorio piemontese e ogni forma associativa tra i medesimi prevista dal T.U.EE.LL. vigente o da sedi piemontesi delle Associazioni di Enti Locali 

Tipologia di interventi ammissibili

  • Azioni di rafforzamento istituzionale per migliorare l’elaborazione di politiche e servizi pubblici locali anche attraverso la formazione e l’aggiornamento delle competenze dei funzionari pubblici;

 

  • Azioni finalizzate allo sviluppo economico sostenibile e al rafforzamento dei sistemi territoriali di produzione, anche attraverso il miglioramento dei servizi, la formazione professionale, l’avvio al lavoro e alle start-up, l’accompagnamento all’utilizzo di strumenti finanziari dedicati, con particolare attenzione alle iniziative atte a consolidare i sistemi territoriali di produzione e gestione agro-alimentare sostenibili promuovendo ad es. la produzione biologica, l’agroecologia, e modelli alimentari sostenibili;

 

  • Azioni di rafforzamento della coesione sociale indirizzate in particolare alle giovani generazioni e alle donne, alla loro inclusione economico-sociale e al contrasto alla marginalizzazione.

Entità e forma dell’agevolazione

I soggetti proponenti potranno richiedere un contributo compreso tra un minimo di 20.000,00 e un massimo di 35.000,00 Euro e comunque non eccedente il limite del 75% del costo totale del progetto.

 

Il soggetto capofila e la rete dei partner piemontesi e africani dovranno contribuire con una quota di cofinanziamento pari almeno al 25% del valore del progetto. Tale quota non può derivare da altri contributi pubblici regionali, nazionali, europei

Scadenza

15 novembre 2021.