L.R. 5/2012. Misura 2. Anno 2020. Finanziamento a fondo perduto fino al 60% per la promozione delle attività sportive delle persone diversamente abili.

 

Con questa Azione la Regione Marche vuole promuovere e favorire lo sviluppo delle attività sportive delle persone diversamente abili, considerando la pratica delle stesse un servizio sociale e un elemento basilare di formazione psicofisica con l’intento di dare alle persone disabili pari diritto, tenuto conto delle maggiori difficoltà che riscontra la pratica sportiva dei diversamente abili rispetto a quella delle persone “normodotate”, per i costi più consistenti che richiede anche in relazione alla logistica, alle attrezzature ed agli ausili necessari.

Si deve considerare, peraltro, che lo sport ha un grande valore educativo e sociale e rappresenta uno strumento che consente di affermare non solo i diritti ma anche di prevenire le patologie e i deficit funzionali.

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari sono:

– Società sportive e associazioni sportive operanti nelle varie attività, iscritte al CONI e al CIP, che promuovono la partecipazione di persone diversamente abili alla pratica sportiva;

– Società e associazioni composte prevalentemente da persone diversamente abili che partecipano o programmano attività e iniziative sportive riconosciute dal CONI e dal CIP;

– Comitato Italiano Paralimpico – Marche.

Tipologia di interventi ammissibili

I contributi sono concessi in riferimento alle seguenti spese:

 

– trasporto degli atleti disabili per la partecipazione alle attività sportive;

– manifestazioni sportive aperte anche ai disabili;

– istruttori, tecnici e medici specifici per atleti disabili;

– corsi specifici a favore di istruttori.

 Sono esclusi dalla presente misura gli interventi realizzati nell’ambito di programmi di medicina riabilitativa.

 

Le spese ammissibili sono:

 

a) costi “Diretti”:

– spese di trasporto degli atleti disabili per la partecipazione alle attività sportive;

– spese inerenti alle manifestazioni sportive aperte anche ai disabili ivi incluse le spese di rappresentanza (quali premi, omaggi e riconoscimenti) fino al 5%;

– spese per istruttori, tecnici e medici specifici per atleti disabili;

– spese per corsi specifici a favore di istruttori.

 

b) costi “Indiretti” nel limite del 20% dei costi “Diretti”:

– spese di gestione;

– spese per la tenuta della contabilità, di segreteria, di coordinamento, di monitoraggio e di rendicontazione;

– spese per le pulizie;

– spese telefoniche e utenza acqua, riscaldamento, energia elettrica, ecc..;

– spese postali;

– spese bancarie;

– cancelleria, toner, carta per fotocopie;

– spese assicurative;

– locazione sede sociale;

– imposte e tasse, ad eccezione dell’IVA;

– ammortamenti.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse assegnate corrispondono ad euro: 180.000,00.

Contributo nella misura massima del 60%.

Scadenza

La domanda di contributo dovrà essere inviata dalle ore 23:59 del 09/12/2020 alle ore 18:00 del 18/01/2021.