L.R. 46/2015. Finanziamento a fondo perduto per gli enti gestori di parchi, fondazioni, onlus, associazioni, scuole e Università che intendono promuovere la realizzazione di iniziative nell’ambito della Festa della Toscana.

 

Il bando ha come obiettivo quello di sovvenzionare le iniziative nell’ambito della Festa della Toscana. Per il 2020, la festa è stata dedicata al tema: “La Toscana terra di libertà: dall’abolizione della pena di morte ai nuovi diritti”, anche con particolare riferimento al tema della progressiva digitalizzazione nell’ambito dei processi economici di globalizzazione e in relazione ai diritti delle nuove professioni collegate”. 

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di concessione:

– gli Enti locali;

– i Consorzi ed enti gestori di parchi e aree naturali protette;

– le Onlus;

– le Fondazioni senza scopo di lucro;

– le Associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI;

– le Associazioni culturali senza scopo di lucro, costituite entro il 31/12/2019, con sede legale e operativa in Toscana;

– gli Istituti scolastici di istruzione primaria e secondaria, statali e paritari e le Università della Toscana.

Tipologia di interventi ammissibili

In considerazione del particolare e difficile momento dovuto al perdurare dell’emergenza sanitaria, tutte le iniziative proposte dovranno essere realizzate nel pieno rispetto delle vigenti disposizioni normative rivolte al contenimento della diffusione del contagio.

Esse possono concretizzarsi in celebrazioni di fatti ed eventi, spettacoli, manifestazioni e convegni, svolti in modalità digitale e pubblicazioni. Tutte le iniziative dovranno essere pertinenti sia al tema specifico scelto per l’edizione 2020 della Festa (“La Toscana terra di libertà: dall’abolizione della pena di morte ai nuovi diritti”), anche con particolare riferimento al tema della progressiva 3 digitalizzazione nell’ambito dei processi economici di globalizzazione e in relazione ai diritti delle nuove professioni collegate, sia alla valorizzazione di questa ricorrenza non solo come evocazione di un avvenimento storico coincidente con l’abolizione della pena di morte nel 1786 a opera del Granduca Leopoldo di Toscana, ma anche come rappresentazione e riflessione sui diritti dell’uomo, sulla pace, sull’identità e la storia dei territori della nostra regione, con particolare riguardo alla promozione dei valori fondativi della Festa della Toscana, alla sua tradizione di diritti civili, di civiltà e giustizia che costituiscono patrimonio della Regione.

Entità e forma dell’agevolazione

Per la Festa della Toscana sono stati destinati 150.000 euro, di cui:

– euro 55.000,00 quale importo da destinare al cofinanziamento di iniziative promosse da Enti Locali e Consorzi ed enti gestori di parchi e aree naturali protette;

– euro 70.000,00 quale importo da destinare al cofinanziamento di iniziative promosse da istituzioni sociali private;

– euro 25.000,00 quale importo da destinare al cofinanziamento di iniziative promosse da istituti scolastici.

Scadenza

La domanda di concessione dovrà essere inviata entro e non oltre il 14/12/2020.