L.r. 4/2017. Finanziamento a fondo perduto per le associazioni dei consumatori e degli utenti per la realizzazione di programmi di attività.

 

Al fine di promuovere lo sviluppo dell’associazionismo tra i consumatori e gli utenti sono concessi contributi per la realizzazione di programmi di attività finalizzati alla risoluzione extragiudiziale delle controversie, ivi compresa la conciliazione, nonché per l’assistenza fornita attraverso i propri sportelli sul territorio

Soggetti beneficiari

Possono presentare la domanda per l’accesso ai contributi le singole associazioni dei consumatori e degli utenti  iscritte al registro regionale.

Tipologia di spese ammissibili

Per la realizzazione dei programmi di attività finanziati, sono ammissibili le spese sostenute a decorrere dal 01.01.2020 e fino al 31.12.2020 e pagate, comunque, entro il 31.01.2021, per:

 

a) personale dipendente con contratto a tempo indeterminato e determinato e personale cosiddetto parasubordinato (con regolare contratto nei limiti consentiti dalla normativa vigente), purché utilizzato in via specifica per la realizzazione del programma di attività, ad esclusione delle prestazioni professionali o altre forme di lavoro autonomo;

b) consulenze prestate, in base a lettera di incarico specifico, da professionisti iscritti ad un albo professionale legalmente riconosciuto, ovvero, per le professioni non regolamentate, da persone fisiche dotate di adeguata e non occasionale esperienza, comprovata dai relativi curricula opportunamente firmati, che devono risultare agli atti;

c) spese generali riconosciute in misura forfettaria pari al 20% del costo totale del programma di attività, senza obbligo di rendicontazione, comprendono costi diretti ed indiretti connessi alla realizzazione programma di attività, ma che per la loro stessa natura non si prestano ad una precisa identificazione ed imputazione, riferiti, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, ad affitto di locali, illuminazione, riscaldamento, uso di telefono, fax, servizi postali e di corriere, viaggi, missioni, valori bollati, cancelleria e altre spese non documentate o non documentabili.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse finanziarie destinate alla realizzazione dei programmi di attività ammontano ad € 300.000,00.

 

Il contributo è concesso a tutte le associazioni richiedenti e ritenute ammissibili nella misura pari alla spesa richiesta. Qualora le risorse disponibili non consentano di finanziare totalmente la spesa richiesta, si procede alla ripartizione rispetto alla medesima.

Scadenza

2 novembre 2020