L.R. 34/2020. Finanziamento a fondo perduto alle compagnie aeree danneggiate dall’epidemia da COVID-19.

 

L’obiettivo dell’intervento è quello di sostenere i vettori aerei che, pur soffrendo di carenze di liquidità, programmano collegamenti da/per l’Aeroporto delle Marche nel 2021, in quanto strumento essenziale per il rilancio e la redditività strutturale del territorio regionale, fortemente danneggiate a seguito delle conseguenze dovute all’epidemia da COVID-19. ,

Soggetti beneficiari

I beneficiari del provvedimento sono le compagnie aeree che, alla data di presentazione della domanda per l’attribuzione del contributo, programmano di operare in maniera non saltuaria voli da/per l’aeroporto delle Marche, pur registrando al momento di presentazione della domanda perdite di fatturato rispetto al 2019. In particolare, i beneficiari devono soddisfare le condizioni tecnico – economiche indicate di seguito:

 

1. l’iscrizione al registro delle imprese della C.C.I.A.A

2. di disporre del Certificato di Operatore Aereo (COA);

3. di detenere la licenza di esercizio di trasporto aereo;

4. di non fare parte della cosiddetta “black list” relativa alle compagnie aeree che non rispondono agli standard di sicurezza europea;

5. di detenere polizze assicurative obbligatorie contro gli incidenti, che coprono in particolare passeggeri, bagagli, merci trasportate/cargo e terzi.

Entità e forma dell’agevolazione

L’aiuto consiste nella concessione di un contributo, sotto forma di sovvenzione diretta, fino ad un massimo di 800.000 euro.

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro il 1 marzo 2021.