L.R. 34/2002. Finanziamento a fondo perduto fino al 80% per il rimborso delle spese sostenute durante il Covid-19 da associazioni di promozione sociale, organizzazioni di volontariato e fondazioni onlus.

 

Il presente bando si pone in complementarietà con i precedenti bandi approvati dalla regione, finalizzati all’erogazioni di contributi a rimborso di spese sostenute durante il covid da associazioni di promozione sociale, organizzazioni di volontariato e fondazioni onlus e alla realizzazione di progetti a rilevanza locale.

Soggetti beneficiari

Destinatari degli interventi sono le associazioni di promozione sociale a rilevanza regionale che presentino articolazioni in più territori provinciali e che risultano iscritte da almeno un anno nell’ apposita Sezione del registro regionale.

Tipologia di interventi ammissibili

Le risorse sono finalizzate a sostenere progetti volti a realizzare:

 

a) Interventi di sostegno alla socialità che tengano conto delle misure di sicurezza comunque necessarie a causa della pandemia, ma che sappiano riattivare i legami di comunità, con una particolare attenzione alle persone vulnerabili e a rischio di isolamento sociale quali anziani e disabili;

b) partecipazione, in forma gratuita, alle attività (sociali, sportive, culturali, ecc..) organizzate e promosse dalle associazioni, da parte di persone, in particolare minori, in condizioni di difficoltà socio-economica, individuate in accordo con gli enti locali, al fine di contrastare fenomeni di svantaggio ed esclusione sociale;

c) Azioni di animazione della comunità che in particolare sappiano promuovere e valorizzare le relazioni fra generazioni e il dialogo interculturale quali fattori di resilienza, di coesione e inclusione sociale

d) Sviluppo e rafforzamento del volontariato, della cittadinanza attiva, della legalità e della corresponsabilità, in particolare attraverso il coinvolgimento delle giovani generazioni;

e) Sviluppo delle risorse umane e qualificazione delle competenze delle associazioni, attività di informazione, aggiornamento, analisi e diffusione sui temi del Terzo settore, con particolare riferimento all’attuazione della riforma;

f) Sensibilizzazione ai temi della sostenibilità ambientale e azioni volte alla tutela dell’ambiente e al benessere degli animali;

g) sostegno al riavvio e mantenimento sul territorio delle attività associative e loro adeguamento alle condizioni imposte dalle misure di prevenzione, in un’ottica di rilancio e rafforzamento dopo la fase di grave difficoltà legata alla sospensione delle attività di natura aggregativa.

 

Sono ammissibili le spese per:

 

  • costo del progetto
  • personale
  • acquisto attrezzature, materiale di consumo, beni strumentali, piccoli arredi, ecc.
  • acquisto servizi.
  • attività di formazione, promozionali e divulgative
  • Rimborsi spese volontari
  • prodotti assicurativi.
  • gestione immobili (ad es utenze, affitti, ecc.)
  • manutenzione ordinaria strettamente necessarie allo svolgimento dell’attività.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse finanziarie necessarie all’intervento, pari a complessivi €. 341.000,00.

Le associazioni proponenti dovranno tener conto che:

 

• non saranno valutati come ammissibili progetti che presentano un costo totale inferiore a € 20.000,00;

• quelli dichiarati ammissibili potranno essere finanziati con una quota parte regionale non superiore al 80% delle spese ritenute ammissibili e fino ad un importo massimo di € 50.000,00.

Scadenza

Invio domande entro il 15 settembre 2021, ore 13:00.