L.R. 30/2008. Finanziamento a fondo perduto per la bonifica di manufatti contenenti amianto di proprietà privata a seguito di accertata inottemperanza alle ordinanze di bonifica.

 

Il bando è finalizzato all’assegnazione di contributi ai Comuni per la realizzazione di interventi di bonifica, mediante rimozione, di coperture in cemento-amianto di proprietà privata a seguito di accertata inottemperanza alle ordinanze di bonifica.

Soggetti beneficiari

Sono ammessi a finanziamento i Comuni che si sostituiscono per la bonifica di edifici e strutture con presenza di coperture in cemento-amianto per i quali non sia ancora stata eseguita la rimozione.

La realizzazione di tali interventi comporta pertanto l’adozione delle azioni di rivalsa da parte delle Amministrazioni comunali nei confronti dei proprietari inadempienti e le somme recuperate in esito a detta rivalsa dovranno essere restituite alla Regione Piemonte

Tipologia di interventi ammissibili

La tipologia di progetti ammissibili a contributo consiste nella bonifica con rimozione di coperture in cemento-amianto.

I contributi per la realizzazione delle attività di bonifica sono destinati alla copertura dei costi di rimozione, trasporto e smaltimento, compresi gli oneri per la sicurezza, al netto dell’IVA; i costi per il ripristino delle coperture rimosse, altri oneri chiaramente non legati alla bonifica (compresi i relativi costi della sicurezza) e l’importo dell’IVA su tutte le spese restano a carico delle Amministrazioni comunali.

Sono inoltre escluse dal contributo regionale tutte le spese tecniche ed amministrative per la progettazione, autorizzazione, affidamento, direzione lavori, realizzazione e collaudo degli interventi. E’ esclusa dal contributo la spesa relativa al ripristino delle coperture rimosse; la valutazione delle opere a ciò necessarie, al fine di garantire la salvaguardia di ogni aspetto attinente alla sicure zza, agibilità, fruibilità ed evitare, in generale, un depauperamento degli edifici oggetto di intervento, spetta esclusivamente all’Amministrazione comunale.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse complessivamente disponibili sono pari ad € 302.470,04 e l’importo massimo del contributo che potrà essere assegnato per singola istanza è pari ad € 50.000,00.

Scadenza

Le istanze di contributo devono essere trasmesse entro e non oltre il giorno 31 luglio 2021.