L.R. 3/1999. Finanziamento a fondo perduto fino al 100% per progetti di internazionalizzazione digitale del sistema fieristico regionale e per progetti speciali in occasione di EXPO 2020 DUBAI.

 

Il bando intende sostenere i progetti di digitalizzazione fieristica, ovvero progetti destinati al rafforzamento digitale dei quartieri fieristici, al rafforzamento digitale delle manifestazioni fieristiche con qualifica internazionale e l’organizzazione di eventi virtuali collegati a manifestazione fieristiche certificate e con qualifica internazionale, con priorità accordata alle soluzioni tecnologiche utili a incrementare la partecipazione di espositori e visitatori internazionali.
Allo stesso tempo, per il rilancio internazionale delle relazioni commerciali culturali e industriali e la ripresa delle collaborazioni istituzionali a tutti i livelli, la Regione ritiene fondamentale e strategico sostenere progetti speciali di filiera, da realizzarsi in forma ”ibrida” negli EAU e indirizzati principalmente all’area mediorientale, nord africana e sud asiatica (MENASA) in occasione dell’Esposizione universale di Dubai.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di contributo esclusivamente i seguenti soggetti promotori:

 

  • Le società fieristiche dell’Emilia-Romagna relativamente alle manifestazioni con sola qualifica internazionale
  • Gli organizzatori di manifestazioni fieristiche, anche non emiliano-romagnoli, ma limitatamente a manifestazioni fieristiche con sola qualifica internazionale che si svolgono in Emilia-Romagna

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammesse le seguenti tipologie di spesa, per specie:

specie A – progetti FIERE e FILIERE DIGITALI

A. spese per la realizzazione/modifica/acquisto temporaneo della piattaforma digitale multilingue utilizzata per lo svolgimento online della manifestazione; fatta quindi eccezione per le spese sostenute a titolo di investimento;

B. contributo alle spese con la gestione di un contratto di DEM – digital export manager calcolato in via forfettaria full time 1 anno in € 20.000 onnicomprensive; 

C. spese per beni, servizi e consulenze esterne per la digitalizzazione:

– progettazione, sviluppo e/o manutenzione di sistemi proprietari (siti e/o app mobile), anche per quanto riguarda la sincronizzazione con canali forniti da soggetti terzi;

– l’acquisizione di strumenti e servizi l’organizzazione di fiere online o “ibride”;

– la gestione informatizzata degli accessi alla manifestazione;

– la realizzazione di una strategia di comunicazione e dei relativi materiali quali cataloghi digitali, video, immagini, siti web in inglese (o nella lingua del/dei paesi target);

– l’organizzazione di webinar comprensivi dell’interpretariato;

– il sostegno al posizionamento dell’offerta sui canali commerciali digitali prescelti verso i mercati esteri selezionati;

– il costo di una campagna digital marketing ed attività di promozione sui canali digitali.

D. spese per la realizzazione fisica, virtuale o ibrida di incontri istituzionali, incontri d’affari, ricerca partner, visite aziendali, seminari, workshop, convegni, altri eventi promozionali (quali, a titolo d’esempio: sfilate, degustazioni, mostre);

E. Incoming di operatori esteri (inclusi i costi di viaggio, vitto e alloggio) secondo i criteri della massima economicità: viaggi solo in seconda classe / economy, hotel fino a 4 stelle;);

F. spese connesse all’accoglienza di delegazioni estere che partecipano alle iniziative promozionali, limitatamente alla durata delle stesse; anch’esse secondo i criteri della massima economicità (vedi sopra lettera E.)

G. spese per hostess e interpreti;

H. spese di personale effettivamente impiegato per la realizzazione del progetto dal promotore per un importo non superiore al 10% del valore totale del progetto stesso;

I. spese per la realizzazione (obbligatoria) della customer satisfaction delle sole imprese emiliano-romagnole coinvolte, da presentare alla Regione al termine del progetto, per un valore non superiore a € 5.000,00. L’indagine dovrà necessariamente fornire dati e informazioni raccolte durante gli incontri con soggetti e delegazioni estere, svolti nel corso degli incoming e degli outgoing;

J. spese di coordinamento forfettarie fino ad un massimo del 10% del valore delle voci precedenti.

K. spese relative alla certificazione prodotta da un istituto di certificazione riconosciuto da ACCREDIA, riferite alla edizione “Digitale” o “Fisica” della manifestazione cui è legato il progetto di internazionalizzazione, liquidabili per un importo massimo pari al 50% del costo dell’avvenuta certificazione.

 

specie B – progetti a EXPO 2020 DUBAI

 

L. spese per prodotti e servizi finalizzati all’organizzazione degli eventi e delle iniziative di promozione, sia in presenza che virtuali;

M. costo d’affitto dell’area utilizzata per l’iniziativa di promozione;

N. costi connessi all’allestimento dell’area, compreso il noleggio di attrezzature, dotazioni tecniche ed elettroniche e di ogni altro elemento funzionale alla realizzazione dell’evento;

O. trasporto di materiali e di prodotti, compresa l’assicurazione, funzionali alla realizzazione dell’iniziativa;

P. costo per la produzione di materiali promozionali in lingua inglese da realizzare per la promozione dell’iniziativa (brochure, inviti, newsletter, adeguamento del sito internet aziendale)

Entità e forma dell’agevolazione

La Regione contribuirà alla realizzazione del progetto approvato con un contributo del 50% del valore delle spese ammissibili, e comunque non superiore ad € 100.000

Per i progetti di internazionalizzazione del sistema fieristico e produttivo regionale, da realizzare nel corso dello svolgimento di Expo 2020 Dubai la Regione contribuirà alla realizzazione del progetto approvato con un contributo del 100% del valore delle spese ammissibili, e comunque non superiore ad € 100.000

Scadenza

Il bando è aperto dal 17 giugno 2021, fino alle ore 19 del 20 luglio 2021