L.R. 25/2019. Finanziamento a fondo perduto fino al 100% per iniziative di formazione/seminari per il contrasto alla diffusione di insetti alloctoni dannosi alla frutticoltura.

 

L’obiettivo del presente intervento è di fornire una formazione agli imprenditori agricoli, con particolare riferimento ai frutticoltori in modo da assicurare una diffusione capillare delle conoscenze che permettono l’adozione di comportamenti idonei da parte dei produttori agricoli del territorio regionale, che sono i soggetti che per primi possono intervenire nella prevenzione e nella difesa dagli insetti alloctoni.

Soggetti beneficiari

Organismi di formazione accreditati.

 

I soggetti richiedenti devono presentare i seguenti requisiti al momento della presentazione della domanda di aiuto:

 

a.iscrizione all’elenco regionale organismi di formazione accreditati per l’ambito di attività di formazione continua;

b.titolari di istanza di accreditamento alla Direzione regionale Formazione e istruzione;

Tipologia di interventi ammissibili

Le attività di formazione/seminari dovranno interessare aspetti, problematiche e tematiche connesse alla lotta ai parassiti alloctoni, in particolare della cimice asiatica.

 

Sono ammissibili:

A -interventi di formazione, corsi di formazione collettivi, della durata minima di 4 ore e massima di 24 ore, articolati mediante un programma a struttura modulare; i corsi possono essere organizzati in presenza, in aula e/o in campo, nonché a distanza in modalità sincrona (FaD) o in modalità mista (lezioni in presenza e lezioni in FaD sincrona).

 

B -seminari, attività articolate in uno o più incontri di discussione e/o di approfondimento su temi specifici, in aula e/o in campo, della durata minima di 4 ore e massima di 8 ore, articolati mediante un programma e l’intervento di uno o più relatori; i seminari possono essere realizzati anche in modalità webinar, ovvero a distanza (FaD sincrona); non è ammessa la realizzazione in modalità mista.

 

Condizioni di ammissibilità degli interventi

 

a) La domanda di aiuto va corredata da un Progetto di attività;

b) gli interventi formativi/seminari devono essere rivolti esclusivamente a imprenditori agricoli, con particolare riferimento ai frutticoltori loro coadiuvanti e partecipi familiari, ai dipendenti agricoli, di imprese agricole con almeno una UTE nel territorio regionale del Veneto;

c) disponibilità di personale docente in possesso di specifica comprovata competenza e professionalità in relazione alle tematiche indicate nel Progetto di attività, sulla base del percorso scolastico/formativo e dell’esperienza professionale evidenziata nel curriculum vitae;

d) i Progetti di attività devono riguardare almeno una delle seguenti tematiche:

 

INSETTI ALLOCTONI DANNOSI ALLA FRUTTICOLTURA Cenni di Ecologia e normativa specifica Principi di ecologia legati all’invasione di insetti alloctoni Biologia degli insetti dannosi all’agricoltura Normativa specifica fitosanitaria sugli insetti alloctoni ed i loro antagonisti naturali
PRINCIPALI INSETTI ALLOCTONI DANNOSI ALL’AGRICOLTURA Potenziali rischi fitosanitari legati all’introduzione di insetti alloctoni Riconoscimento degli insetti alloctoni Biologia di insetti alloctoni di recente introduzione
LOTTA INTEGRATA AGLI INSETTI ALLOCTONI (IN PARTICOLARE CIMICE ASIATICA): MONITORAGGIO E DIFESA Piano di monitoraggio regionale: definizione, contenuti e attività Uso dei principi attivi utili al contrasto degli insetti alloctoni Mezzi di cattura massale
INSETTI ALLOCTONI (IN PARTICOLARE CIMICE ASIATICA): SINTOMATOLOGIA DEL DANNO E LOTTA BIOLOGICA Identificazione del danno su diversi tipi di frutta Aspetti normativi e programmi di lotta biologica classica Lotta biologica con lancio parassitoide antagonista
STIMA DEL DANNO Stima del danno su pianta in termini di quantità del prodotto Ipotesi di stima del danno economico (quali quantitativo) Identificazione delle eventuali fonti di infestazione
POLITICA AGRICOLA COMUNE E GESTIONE DEL RISCHIO Migliorare la gestione aziendale alla luce degli orientamenti della PAC Strategia della nuova PAC, il ruolo degli strumenti di gestione del rischio Collegare le scelte aziendali agli indirizzi della PAC Scelte aziendali in funzioni del contesto di rischio Gli elementi del rischio, come valutare il rischio in agricoltura, gli strumenti di gestione del rischio Analizzare la propria situazione di rischio aziendale, valutare scelte alternative di gestione aziendale

 

Le spese ammissibili riguardano:

 

a. attività di progettazione, coordinamento, realizzazione e rendicontazione dei corsi formativi/seminari;

b. attività di docenza e di tutoraggio;

c. noleggio di attrezzature e acquisto di materiale didattico a supporto dei corsi formativi/seminari;

d. acquisto di materiale di consumo per esercitazioni;

e. affitto e noleggio di aule e strutture didattiche;

f. spese per noleggio di mezzi di trasporto collettivo per visite didattiche;

g. spese generali (max 15% del totale delle spese precedenti).

 

Tra le spese ammissibili per le attività a) rientra il costo del personale, nonché l’acquisto di servizi necessari per la loro realizzazione.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando è pari ad euro 400.000,00.

 

Aliquota ed importo dell’aiuto per la realizzazione delle iniziative: 100% della spesa ammissibile.

Il limite massimo di spesa ammissibile per Progetto è pari ad euro 60.000,00 (sessantamila).

Scadenza

Le domande devono essere presentate entro il 23/11/2021