L.R. 22/2020. Finanziamento a fondo perduto al fine di rimborsare le somme pagate dalle aziende agricole per gli esami della reazione a catena della polimerasi (PCR), eseguiti sui capi bovini nell’anno 2020.

 

La Regione Sardegna, con il presente bando, ha deciso di intervenire a favore degli allevatori di bovini, danneggiati dalle limitazioni imposte alla movimentazione dei capi a causa della malattia infettiva virale dei ruminanti, più comunemente conosciuta come Bluetongue (BT). La Giunta, in particolare, ha stabilito di rimborsare, le spese obbligatorie sostenute, nel 2020, dalle aziende agricole per gli esami della reazione a catena della polimerasi (PCR), eseguiti sui capi bovini, in quanto è attualmente l’unico strumento che consente la movimentazione degli animali tra le aree delimitate come infette e quelle indenni.  

Soggetti beneficiari

I beneficiari dell’aiuto sono le aziende agricole che abbiano fatto eseguire esami della reazione a catena della polimerasi (PCR), in Sardegna, sui capi bovini nell’anno 2020.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammesse al rimborso le somme pagate dalle aziende agricole per gli esami della reazione a catena della polimerasi (PCR), eseguiti in Sardegna sui capi bovini nell’anno 2020, per la movimentazione degli stessi dalle zone di restrizione regionale per sierotipi della BT.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di € 65.000,00.

Scadenza

Le domande devono essere presentate entro il 15 febbraio 2021.